Risonanze di Caleidos FVG. Sguardi sui bisogni educativi di bambini 0-6 anni e delle loro famiglie.

di

Il 31 gennaio 2022 si è concluso il percorso del progetto Caleidos FVG, che per tre anni a Pordenone e Cordenons è intervenuto con azioni per sostenere i bisogni educativi dei bambini 0-6 anni e delle loro famiglie.
Il convegno di restituzione finale “Risonanze di Caleidos Friuli Venezia Giulia. Sguardi sui bisogni educativi di bambini 0-6 anni e delle loro famiglie”, inizialmente previsto il 20 gennaio a Pordenone, è stato annullato a causa dell’aggravarsi della situazione pandemica
legata all’emergenza sanitaria da Covid-19. Per sopperire a ciò, il partenariato ha predisposto una serie di 7 video per restituire nel merito la ricchezza ed efficacia delle tante ed articolate azioni portate avanti all’interno del progetto.

Co-finanziato dall’impresa sociale Con i Bambini e guidato in Friuli Venezia Giulia dalla Cooperativa sociale Itaca, Caleidos ha beneficiato di un partenariato ampio e motivato, composto da Comune di Pordenone, Comune di Cordenons, Azienda sanitaria Friuli Occidentale-AsFO, Istituti comprensivi Pordenone Sud, Pordenone Torre, Pordenone Rorai Cappuccini, Pordenone Centro, Cooperativa Melarancia, Cooperativa Nuovi Vicini, Associazione Genitori Melarancia, Fondazione Well Fare.

A Pordenone e Cordenons fin dall’inizio Caleidos ha puntato sui servizi già esistenti, rivolti alla fascia 0-6 anni e alle famiglie, per migliorarne la qualità, l’accesso, la fruibilità, l’integrazione e l’innovazione, e al contempo per rafforzare l’acquisizione di competenze fondamentali per il benessere dei bambini e delle loro famiglie. L’approccio che ha guidato in questi anni il progetto è stato quello del Welfare Comunitario, per poter coinvolgere tutti quei soggetti – la cosiddetta “comunità educante” – che a vario titolo si occupano di infanzia e educazione attraverso il riconoscimento del ruolo cardine ricoperto dalle famiglie, protagoniste delle azioni sostenute tramite il loro impegno nella comunità di riferimento.

Guarda i video realizzati.

Gioco e attività ludico-educative come strumento di espressione e relazione

Small economy e tutoraggio economico a supporto delle famiglie fragili

I corsi L2 con le mamme e i patti educativi di famiglia

Caleidos Friuli Venezia Giulia: modelli e buone prassi da capitalizzare per il futuro (dibattito)

Totò – Abbracciami

Il Mostro Dadoso

La mia famiglia è uno zoo

Ti potrebbe interessare

L’italiano a casa con Caleidos

di

Progetto Caleidos propone "L'italiano a casa", una serie di brevi videolezioni di italiano da seguire su telefono; la rimodulazione dei quattro corsi di italiano gratuiti per le mamme avviati nei quattro Istituti Comprensivi di Pordenone e sospesi a per l'emergenza Covid-19. Le videolezioni sono un modo per ascoltare, parlare italiano ed imparare, ma soprattutto restare vicini.

Al Farfabruco i bambini tornano a giocare

di

A Pordenone il servizio sperimentale innovativo al nido d’infanzia Farfabruco, rivolto ai bambini 0-3 anni nell’ambito del progetto Caleidos.

Come restare vicini: cosa succede in Friuli Venezia Giulia e Veneto

di

Il periodo ci costringe a stare lontani, ma i rapporti di fiducia costruiti in questo anno di attività di Caleidos sono il motivo per progettare nuovi modi per rimanere vicino ai più piccoli e alle loro famiglie. Gli esempi in Veneto e Friuli Venezia e Giulia.