EDUCARE DENTRO E FUORI LA SCUOLA

di

Intrecciamo possibilità per crescere bambini e bambine bentrattati

 

Un nido è un intreccio, fatto di rami ed elementi naturali che viene composto dagli adulti, per accogliere ed accompagnare la crescita di piccole creature e tenerle al sicuro fino a quando non saranno pronte a spiccare il volo.

Un asilo nido può diventare la culla di relazioni intrecciate che sostengono la crescita di bambini e genitori, tenendoli al sicuro nonostante difficoltà e fattori di rischio.

È con questa metafora che descriviamo il principio di fondo che spinge il progetto INVIOLABILI a tessere una rete di tutela per la primissima infanzia partendo dagli asili nido.

Per genitori che non possono contare sul supporto della famiglia d’origine, per i nuclei familiari monogenitoriali, per genitori giovanissimi o stranieri, lontani da casa e dagli affetti, per tutte quelle situazioni in cui crescere una nuova vita da soli sembra un’enorme fatica, i nidi, come anche le scuole per l’infanzia, sono spesso necessità primaria, l’unica possibilità per condividere quel difficile mandato di cura che non conosce pause.

È per questo motivo che costruire quell’intreccio di relazioni e possibilità che dà struttura e forza al nido, deve essere un mandato condiviso tra servizi pubblici e privati, istituzionali e locali.

Questo percorso per piccoli e genitori all’interno di servizi – che possono accogliere numerosi nuclei ed accompagnarli tutti, indiscriminatamente, con maggiore o minore consapevolezza, nelle primissime fasi della vita fatte di traguardi, ma anche di difficoltà e fatiche –, deve essere costruito con un costante lavoro di rete, tra équipe educative delle strutture comunali, statali, private, ed équipe interdisciplinari dei servizi territoriali e con la rete del terzo settore.

A Roma, il progetto INVIOLABILI è stato implementato da Antropos proprio in questa logica, fornendo un esempio, in collaborazione con i nidi e le scuole dell’infanzia del V municipio, di come questa collaborazione può prendere forma.

Da un incontro di rete promosso da INVIOLABILI al territorio, che vedeva assieme il servizio sociale area minori e i referenti educative dei nidi del municipio, è nata la proposta educativa di presentare il progetto INVIOLABILI attraverso incontri tematici e di approfondimento diretti ad educatori e genitori, presso le varie strutture dedicate alla fascia d’età 6 mesi-6 anni del territorio, asili nido e scuole dell’infanzia. È infatti emersa la presenza di numerose famiglie con necessità di sostegno alla genitorialità e di accompagnamento e sostegno verso l’emersione di problematiche riguardanti l’esposizione dei minori a rischi contingenti di maltrattamento, incuria, violenza, spesso non consapevoli né intenzionali, come malnutrizione, ipostimolazione, mancato accesso alle cure necessarie, isolamento.

Gli incontri sono quindi stati co-progettati con tutte le parti educative presenti focalizzando l’attenzione scuola per scuola, immaginando il tema più efficacie da trattare, la metodologia ed il linguaggio in cui proporlo.

Gli incontri hanno riscosso interesse e le collaborazioni sono proseguite con la coprogettazione di interventi:

  • sul gruppo educativo per fornire strumenti di lettura dei bisogni dei minori e analisi dei fattori di rischio;
  • di gruppo con i genitori per continuare con focus mirati a fornire strumenti concreti di informazione e azione rispetto alle necessità di attivazione in risposta ai bisogni dei minori;
  • mirate a specifiche situazioni, avviando percorsi di presa in carico individuale.

Portare nei servizi principali presenti nei territori, quelli di largo accesso come asili nido e scuole dell’infanzia, la possibilità di incontrare équipe interdisciplinari in grado di fornire risposte integrate e coerenti ai bisogni che le famiglie vivono ma spesso non sanno dove portare per avere sostegno, non è solo una fondamentale azione di prevenzione alla violenza e al maltrattamento sui minori, ma è, molto spesso, il primo passo per attuare un efficace percorso di riduzione del danno.

 

 

 

 

Ti potrebbe interessare

IL GRUPPO DI SOSTEGNO ALLA GENITORIALITÀ: DALLA CURA DELLA RELAZIONE ALLA RELAZIONE DI CURA

di

I percorsi di sostegno alla genitorialità si prefiggono di supportare i genitori nel loro ruolo, promuovere la consapevolezza dell’importanza di tale compito...

“PER CRESCERE UN BAMBINO CI VUOLE UN INTERO VILLAGGIO”

di

La Legge 4 maggio 1983, n. 184 riporta chiaramente che il minore ha diritto di crescere ed essere educato nell’ambito della propria...

UNA RETE… DI SALVATAGGIO!

di

Favorire la crescita di bambini e bambine bentrattate oggi dovrebbe essere semplice e spontaneo, ma nei contesti pluriproblematici in cui viviamo e...