Libertas Brescia, così la danza moderna aiuta a superare i propri limiti.

di

Tra Maggio e Giugno 2022 si è svolto il laboratorio di danza moderna per Libertas Brescia, nel contesto del Progetto Terra. I ragazzi, provenienti da scuole diverse, hanno lavorato per una settimana, su alcuni passi di danza Moderna. A differenza di altri laboratori, non era un gruppo nutrito, ma questo ci ha permesso di lavorare meglio su più fronti, come per esempio il superamento dei propri limiti. Con il corso desideravo che i ragazzi potessero entrare nel vivo di uno sport, e di un’arte, come la danza. Il riscaldamento e la coreografia li ha visti impegnati a collaborare insieme, cercando di rendere viva l’atmosfera, impegnandoli in un progetto comune. Alla fine del corso ho fatto compilare in modo anonimo dei brevi questionari. Le parole più frequenti risultate dai ragazzi sono: felice, divertita, gioiosa, spensierata, liberatorio.

Nel questionario era chiesto di scegliere un colore per definire come ci si è sentiti durante il corso. I colori sono spesso delle mappe emotive inconsapevoli, che è interessante far emergere, sia per chi ha svolto il corso, sia per chi lo ha guidato. Un colore molto frequente è stato il verde, colore del chakra del cuore. La danza permette di vivere le emozioni con libertà. Ciò che c’è nel cuore può trovare spazio nel movimento, penso che abbiano fatto esperienza, seppure anche solo come assaggio, di qualcosa del genere. Sono tanti i gruppi e i laboratori che ho condotto negli anni passati con ragazzi molto diversi tra di loro. Ciò che hanno in comune posso dire che è lo stupore di riuscire a fare cose che non ci sarebbe immaginati: un salto, alcuni passi di una coreografia, la fatica di alcune parti del riscaldamento. A volte (quasi sempre) capita che qualcuno dei ragazzi dice “non ci riesco”, “non so danzare, sono scoordinato/a”, e poi con la musica qualcosa di bello accade, e i limiti che si pensava di avere, si superano. Quando si applaudono da soli (capita alla fine della coreografia), penso che per loro sia un momento di crescita, di soddisfazione personale verso se stessi. Quando uno di loro è in difficoltà (capita soprattutto in certi passaggi a terra), non è facile far capire che il limite è più delle volte solo mentale. Ma un po’alla volta, con pazienza, con la musica, con l’energia della squadra, perché in un certo senso anche la danza è un lavoro di squadra, si riesce tutto: i ragazzi hanno voluto riuscirci, e alla fine si sono fatti un grande, meritato, applauso.

 

Articolo dell’Insegnante: Daniela Valente
@danzasempre

Regioni

Argomenti

Ti potrebbe interessare

Docufilm T.E.R.R.A., Ortoterapia all’Istituto Mantegna di Brescia

di

Le telecamere del Docufilm T.E.R.R.A. continuano a raccontare le emozioni, le sensazioni, le scoperte e l’evoluzione dei protagonisti del progetto, oggi giunto...

Al Mantegna di Brescia studenti e professori insieme per piantare alberi.

di

Il 30 e 31 marzo con  l’Associazione PIR – Post Industriale Ruralità, 18 classi dell’Istituto Andrea Mantegna di Brescia,  hanno piantato 19...

“Sicuramente la mia vita non sarebbe la stessa senza teatro” – i ragazzi del Lab Teenagers #1

di

Lab Teenagers è una preziosa attività che si aggiunge al Progetto T.E.R.R.A. Un laboratorio di Residenza IDRA a Brescia, realizzato grazie al  Progetto T.E.R.R.A....