L’IIS Lattanzio va in tv

di

La trasmissione Spazio Libero di Rai 3 venerdì 15 novembre è stata dedicata ai progetti contro la povertà educativa. L’ospite infatti era il presidente Carlo Borgomeo dell’impresa sociale Con I Bambini che ha raccontato le attività in corso sostenute attraverso Fondo per il contrasto alla povertà educativa minorile.

Si tratta al momento di 339 progetti finanziati con 270 milioni di euro che coinvolgono in tutta Italia un totale di 450.000 minori. Più volte il presidente Borgomeo ha sottolineato la necessità di intervenire sull’intero contesto sociale per arrivare a supportare i minori. Infatti in questi progetti le scuole non sono sole ma sono partner all’interno di una rete di associazioni ed enti.

Come esempio dei progetti in corso Spazio Libero ha mandato in onda un servizio della giornalista Nubia Martini dedicato al progetto Stelle di Periferie. Il servizio è stato girato presso l’IIS Di Vittorio-Lattanzio nel quartiere Prenestino. La scuola accoglie ragazzi del quartiere ma anche residenti fino a 15 chilometri di distanza, fuori dal G.R.A., perché ben servita dalla metropolitana linea C.

Daniele Biondo del Centro Alfredo Rampi, responsabile del progetto, ha raccontato al microfono della Martini che il progetto nasce per rendere la scuola un luogo sicuro e accogliente per i ragazzi. Lo strumento sono azioni in classe e azioni pomeridiane: la scuola il pomeriggio apre al quartiere sia con attività gratuite che con uno spazio dedicato al metodo di studio in cui i ragazzi sono affiancati da educatori e psicologi. Stelle di Periferie su Roma coinvolge cinque scuole per un totale di 1125 ragazzi.

Nubia Martini ha intervistato anche Mary Patti, che coordina le attività in classe. Mary ha spiegato che il gruppo è una risorsa fondamentale per gli adolescenti, che se stanno bene coi compagni vanno a scuola volentieri. Mary è psicologa e psicoterapeuta e, affiancata da altro personale esperto, attiva un dialogo con i ragazzi sulle loro esperienze, sulle loro relazioni. Così li accompagna a “mettere in parole per ciò che non va e ciò che potrebbe andare meglio”. Un primo passo per una presa di responsabilità da parte dei ragazzi.

L’ultimo intervistato è stato il dirigente scolastico dell’IIS Lattanzio Claudio Dore, che ha raccontato di aver aderito con piacere ed impegno a Stelle di Periferie proprio perché la scuola si trova in un contesto ad alto rischio di dispersione scolastica. “Il progetto ci permette di lavorare concretamente contro questo fenomeno e di supportare i nostri ragazzi nell’integrarsi e diventare protagonisti del loro processo di crescita.”

Il Presidente Borgomeo in studio ha infine sottolineato l’importanza della comunità educante. “Gli episodi di bullismo o di cronaca nera che hanno a che vedere con l’adolescenza deviata, non possono essere questioni tutte in capo alla scuola. La risposta deve essere di tutta la comunità: è un problema di tutti noi.

L’augurio espresso da Borgomeo a chiusura della rubrica è che il paese capisca che i progetti contro la povertà educativa minorile non sono una questione “solo di solidarietà e giustizia: questa iniziativa investe sul futuro del paese”.

Stelle di Periferie ringrazia Con I Bambini di questa opportunità di raccontare il proprio lavoro sul mezzo televisivo!

Cliccando sull’immagine sottostante è possibile visionare l’intera puntata (09′:47”).

spazio-libero-CON-I-BAMBINI

Regioni

Ti potrebbe interessare

In diretta dal quartiere Prenestino…

di

Il quartiere Prenestino, nel Municipio V di Roma, si è animato in questi giorni grazie all’attività di Mappatura del Territorio. Infatti, nelle...

Stress da Covid, superarlo a scuola insieme

di

Lo “stress da Covid”, chiamiamolo così, ha colpito in misure diverse tutti noi negli scorsi mesi, ed è tuttora presente. Un’indagine voluta...

Contro la dispersione scolastica anche a distanza

di

In una lunga riunione su Zoom a fine giugno, gli operatori del Progetto Stelle di Periferie hanno messo a confronto esperienze ed...