Traslochiamo! Dal PIR di Brescia il viaggio che incanta.

di

Traslochiamo! Dal semenzaio alla tavola: il viaggio che incanta del PIR di Brescia.

E’ giunto il fatidico momento, il più delicato, le sementi sono germinate ma ora tutto deve essere trasferito in esterno.

I tre moduli e i semenzai costruiti e piantumati nelle scorse settimane devono resistere al cambio di location e temperatura, continuando il loro viaggio verso i nostri piatti! Una finalizzazione importante, che va raggiunta per forza o per amore, se vogliamo ripagare gli studenti della fiducia riposta.

Freddo e sfiducia in fondo hanno un retrogusto simile, quasi una sorella maggiore, la paura … che negli adolescenti, a tratti così spavaldi e forti, si articola in un ventaglio di sfumature, tanto ricco e autentico, che credo sia normale finire per provarne un pochino anche tu! La paura di non essere accettati, la paura di non riuscire, quella di non essere adeguati, sono timori che passano crescendo? O li si dimentica: entrano a far parte così profondamente della persona da diventare una condizione quotidiana non meglio definibile?! Non sono domande che puoi scegliere di non farti davanti ad una squadra di chirurghi dell’irrisolto emotivo… naufraghi e al contempo avventurieri di un emozionario sconfinato, di cui non hanno ancora chiari i limiti e le potenzialità.

Quando si entra in classe alle otto della mattina e vi si passano 5 ore di lavoro, con una trentina di persone sotto i diciott’anni, e si giunge a costruire insieme una serra, tra motteggi e canti, crisi d’identità e piccoli atti di bullismo, qualche frase di consolazione e sfidanti atti di diffidenza-indifferenza, il tempo e il luogo del laboratorio diventano qualcosa che somiglia molto a un viaggio; una strana specie di gita che non ci ha visto fare un solo passo fuori dalla scuola, ma moltissimi da qualche altra parte.

Così si arriva esausti agli ultimi ritocchi e constatiamo che la struttura è …stabile senza oscillazioni, la lana di isolamento dalle intemperie ben salda anche se un po’ storta, il cellophane che la impermeabilizza rattoppato qua e là (per gli errori di misurazione) ma è tutto sommato ben chiuso su se stesso e non lascia penetrare alcun rivolo …che possa compromettere la tenuta della nostra nuova, stramba, luminosa costruzione: il gruppo.

“Mamma mia che caldo qua dentro! E l’abbiamo appena costruita!” dice qualcuno. “Ei vieni a provare anche tu come ci si sta bene”.

Nei giorni scorsi, alle 19, l’acqua (non riscaldata) della nostra serra era a 21 gradi; speriamo continui così.
Verso un viaggio che incanta!

Francesca Conchieri – P.I.R. (Post Industriale Ruralità)
Brescia Officina #terracheincanta

Potrebbe interessarti anche: Vegetale sarai tu! Video lezioni 1 e 2

Regioni

Ti potrebbe interessare

Futuri reporter digitali crescono.

di

Piccoli reporter digitali crescono! Finalmente nel mese di marzo il primo numero del giornalino scolastico Voltalacarta ha visto la sua definitiva produzione,...

“Siamo ricchi!” Dal P.I.R. di Brescia notizie che incantano.

di

Ci troviamo giù nel piano interrato dell’ Istituto Mantegna, nello spazio dedicato al laboratorio degli apprendimenti. La stanza è ampia, senza finestre,...

Sette storie diverse come le sette note musicali

di

S. non parla. Di solito tiene lo sguardo basso. Quando è il suo turno durante il cerchio dei nomi di solito aspetta...