Le mamme e il loro bisogno di essere ascoltate…

di

Le mamme del progetto S.P.E.R.A. a Mercato San Severino sono mamme che hanno bisogno di essere ascoltate, così come tutte le mamme… Sono donne che attendono ogni incontro con entusiasmo e con la voglia di ritrovarsi in un gruppo che, ormai, è solido e unito.

Ciò che colpisce -positivamente- è il loro mettersi in gioco e mettersi in discussione, cercando di migliorarsi continuamente nel loro essere genitori e cercando nelle altre mamme una comprensione che le faccia sentire meno sole e capite.

La psicologa e l’educatrice che seguono il gruppo hanno notato che queste donne, fin da subito si sono “aperte”. Senza nemmeno conoscersi, hanno da subito iniziato a raccontarsi, come se non aspettassero altro. Come fiumi in piena, parlano delle loro storie, dei propri figli, delle difficoltà legate al loro ruolo di mamme. Tema ricorrente è, in particolare, il peso dell’essere l’unico riferimento per i figli, dato che, spesso, la figura del padre è assente e viene meno la cogenitorialità…

In questo gruppo, alcune donne sono emerse in modo particolare. È il caso di Maria (nome di fantasia), per esempio. Maria, per rassicurare le altre mamme frustrate per il carico lavorativo procurato loro dai figli, ha raccontato: <<Quando non ce la faccio più e mi sento stressata, mio marito già lo sa che ho bisogno di staccare la spina e, allora, gli lascio le bimbe ed esco a prendere un caffè con le mie amiche>>.

Il tema della corresponsabilità genitoriale è fortemente sentito dal gruppo di mamme, specchio di una società, in cui, prendersi cura dei figli sembra essere ancora un compito esclusivo delle mamme. Ecco che, allora, questo nostro spazio. pian piano ha assunto anche un altro valore. Non solo è momento e luogo di confronto, sfogo e informazione, ma anche un’occasione di relax. E pian piano, noi dell’Istituto Palazzolo vediamo formarsi una rete, utile a queste donne per fronteggiare le dinamiche quotidiane in cui si trovano a vivere.

Regioni

Argomenti

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK