Pubblicate le Linee Guida del Progetto PRIMA

di

 

“Se una società vuole veramente proteggere i suoi bambini,
deve cominciare ad occuparsi dei genitori”
John Bowlby

Essere genitori è una delle esperienze più straordinarie della vita. Permette di provare sentimenti di enorme gioia, amore, orgoglio, emozione, felicità. Spinge a dare il meglio di sé, ma allo stesso tempo può mettere alla prova la pazienza e la capacità di gestire lo stress, a volte può spingere alla rabbia e alla violenza.

Il presente lavoro illustra le modalità di applicazione di un intervento domiciliare di supporto alla genitorialità, di prevenzione del disagio infantile e di contrasto alla povertà educativa. Nasce dal progetto di intervento PRIMA (Prevenzione dei Rischi per l’Infanzia e la Maternità Assistita) selezionato dall’Impresa Sociale Con I Bambini nell’ambito del bando Prima Infanzia e realizzato dall’Associazione Focolare Maria Regina onlus e da un ampio partenariato che ha incluso la Regione Abruzzo, i Comuni di Pescara, Teramo, Roseto degli Abruzzi e Pineto, la Fondazione Caritas Arcidiocesi di Pescara-Penne, il Consultorio Familiare UCIPEM di Pescara, l’Università D’Annunzio di Chieti-Pescara, la Fondazione di Religione Istituto Maria Regina, l’AUSL di Teramo e l’ASL di Pescara. L’idea è quella di supportare gli operatori sociosanitari del territorio fornendo loro le risultanze della sperimentazione di un modello che ha voluto rendere l’intervento di Home Visiting il più
possibile omogeneo e uniforme.

Questo report fornisce spunti per la costruzione di servizi domiciliari pensati per aiutare i genitori a costruire con i loro figli un rapporto solido, che non sia seguito da episodi di violenza di qualunque genere. Illustra gli elementi che sono alla base di una progettazione individualizzata e stimola ad applicarli per risolvere in modo costruttivo anche le situazioni conflittuali che emergono nel contesto familiare.

Rappresenta perciò uno strumento di lavoro che, a fronte di un equipaggiato bagaglio di conoscenze ed esperienze e di una costante supervisione/intervisione potrà essere utilizzato dagli operatori che lavorano nel supporto precoce alla genitorialità attraverso visite e interventi domiciliari. Non propone ricette per risolvere situazioni specifiche, ma piuttosto aiuta la riflessione sui comportamenti e sulle scelte educative al fine di sostenere i genitori nei loro importanti compiti accuditivi ed educativi.
L’auspicio è quello di contribuire, anche attraverso strumenti di lavoro concreti, alla costruzione di un progetto di welfare dove la domiciliarità e la prevenzione precoce siano le parole chiave di una sostenibilità perseguibile.

La stesura del manuale, frutto della raccolta dei vari contributi dei partecipanti e degli operatori del Progetto PRIMA è stata curata da Claudia Paraguai.

Si ringraziano: Valentina Bennato, Silvia Calafiore, Ilary Cichella, Federica Fidanza, Simona Foschini, Silvia Leonzi, Alessandra Pagnani, Maria Cristina Verrocchio Giovanni Francesco Visci.

Un sentito ringraziamento a Ida Basilico, Antonella Cicioni, Emanuela Di Battista, Adele Merletti, Francesca Tommarelli, Alessia Verzilli, e a Giulia Cataudella, Lidia Di Bartolomeo, Chiara Monticelli, Giuseppina Piermattei, Annarita Troisi, operatrici Home Visiting senza le quali questo progetto non avrebbe avuto una realizzazione tanto sentita ed efficace.

 

Sabrina De Flaviis
Responsabile di Progetto
Direttore del Centro Studi Sociali
“Don Silvio De Annuntiis”

Scarica qui il manuale del Progetto PRIMA!

Ti potrebbe interessare

Intervista alla dr.ssa De Flaviis: l’esperienza dell’Home Visiting con il progetto PRIMA

di

In vista della giornata seminariale promossa dal CISMAI (Coordinamento Italiano dei Servizi contro il Maltrattamento e l’Abuso), la nostra responsabile di progetto,...

Disponibile online il Seminario “Le opportunità di un’esperienza”. Buone prassi del Progetto PRIMA

di

A partire da oggi e fino al 30 giugno è possibile seguire online, il Seminario “Le opportunità di un’esperienza. Buone prassi del Progetto...

Progetto PRIMA – Testimonianze. Fragilità e incertezze nel diventare mamme.

di

«Ogni madre è la migliore madre per il proprio bambino. Ma occorre tempo e sostegno alle funzioni materne per lasciare che madre...

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK