Percorsi con i bambini

Cenni sul Soggetto Responsabile del Progetto PRIMA

di

L’Associazione “Focolare Maria Regina” nasce come Ente morale senza scopo di lucro assumendo la natura giuridica di ONLUS. Dal 2004 l’Associazione gestisce il Centro Studi Sociali sull’Infanzia e l’Adolescenza “Don Silvio De Annuntiis”, che ha formato circa 11.000 operatori nel settore sociosanitario e coordinato 19 progetti di ricerca nazionali ed europei su tematiche sociali.

Il Centro Studi Sociali è una struttura per la ricerca, la formazione e la progettazione ed è già stato centro attuatore, tra gli altri, dei seguenti progetti:

  • DADA (Diritti ed Autonomia per le Donne Africane);
  • PARES – Protezione Antiviolenza e Rilevazione in Emergenza Sanitaria;
  • START AUTISMO – Sistema Territoriale per l’Autonomia e la Realizzazione dei Talenti di persone con Autismo;
  • RETE ADRIA – Rete Antiviolenza per le Donne, le madri e le Immigrate nell’Adriatico.

Ha inoltre progettato e realizzato 3 Masterclass, una Guida relativa alle procedure da seguire nei casi di Violenza alle madri ed alle bambine e coordinato il lavoro del Comitato di Pilotaggio e della redazione dei manuali per il contrasto alla violenza di genere.

Di particolare rilevanza anche i Progetti SPIA e SEGRETI, relativi ad azioni di contrasto dello sfruttamento sessuale e pedofilia in danno di minori per le province di Teramo e Pescara.

L’accreditamento come Organismo di Formazione ha poi permesso di erogare Corsi di qualifica professionale per OSS, Assistente Educativo e Mediatore Interculturale.

L’Associazione “Focolare Maria Regina” onlus svolge numerose attività nel settore sociale, socioassistenziale e sanitario in favore dell’infanzia, adolescenza, famiglia e disabilità attraverso:

  • la gestione del “Nido del Focolare”, Casa famiglia che accoglie bambini affidati dal Tribunale per i Minorenni e Servizi Sociali territoriali che si trovano in situazioni di pregiudizio o stato di abbandono;
  • la gestione del “Centro Riabilitativo Polivalente Primavera” per bambini con disturbi.

Precedenti esperienze di collaborazione con gli altri soggetti della partnership.

L’Associazione ha già promosso diversi progetti in partnership con gli altri Soggetti:

  • la ASL-Pescara con cui ha realizzato il progetto “Pares”, finalizzato a migliorare le competenze del personale e le capacità operative delle strutture di primo soccorso nella rilevazione e assistenza delle vittime a rischio di violenza;
  • il Comune di Roseto con cui ha realizzato 2 progetti : “Rete Adria”, che aveva come scopo quello di attivare servizi contro le violenze di genere, e  “Ricomincio da Te”, un programma di intervento per bambini e genitori accolti sulla costa abruzzese dopo il terremoto;
  • il Comune di Pescara con cui è stato realizzato il progetto “Ametris”, dedicato all’inserimento lavorativo di persone svantaggiate, in collaborazione con Fondazione Caritas di Pescara-Penne, e il progetto “Streets”, in collaborazione con il Comune di Pineto, il Comune di Roseto, la Fondazione Maria Regina, finalizzato alla sperimentazione di percorsi di inserimento lavorativo di persone svantaggiate;
  • la Regione Abruzzo, già partner in progetti quali “StartAutismo”, per il miglioramento della qualità della vita di persone con autismo; “Coeso”, la cui finalità è stata diffondere il principio del diritto all’informazione delle vittime di povertà; progetto “Radar”, che si è posto la finalità di supportare una rete regionale integrata per la residenzialità di persone con disabilità.

Ruolo assunto nel Progetto P.R.I.M.A.

L’Associazione “Focolare Maria Regina” onlus è il Soggetto Responsabile del Progetto PRIMA – Prevenzione dei Rischi per l’Infanzia e la Maternità Assistita – e si occupa del coordinamento organizzativo ed economico, attraverso la supervisione degli interventi e la messa in rete di tutte le collaborazioni, il controllo delle procedure amministrative, un costante raccordo con i partner, attraverso un Centro di Coordinamento formato dal Resp. di Progetto, dal Resp. Amministrativo e Resp. della Comunicazione.

In particolare: predispone le griglie di rilevazione e le sottopone a validazione da parte di esperti per individuare le famiglie destinatarie dell’intervento; sviluppa un sistema informativo di gestione del servizio e la registrazione delle attività svolte dagli educatori domiciliari. L’Associazione organizza la formazione breve per gli attori coinvolti, selezionando docenti esperti nell’area materno-infantile, in particolare nel servizio Home Visiting.

Si occupa, infine, delle attività di informazione e disseminazione del modello per aumentare la sostenibilità del progetto, attraverso:

  • aggiornamento del sito;
  • gestione dei Social Media;
  • diffusione di brochure;
  • conferenza iniziale e finale;
  • Linee Guida;
  • eventi in itinere con la partecipazione della Regione Abruzzo, al fine di aumentare la sostenibilità del progetto e il suo possibile inserimento nella Programmazione Sociale;
  • attivazione di Stage e attività di Volontariato presso i Partner coinvolti nel progetto al fine di diffondere il modello ed approdare ad una rete di comunità educante più grande.

Regioni

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK