UNA PROPOSTA DI FORMAZIONE PER GLI EDUCATORI: ARRICCHIRE IL PROPRIO LAVORO CON LE PROPOSTE DIGITALI DELLA PIATTAFORMA PLAN YOUR FUTURE

di

Venerdì 23 settembre 2022, all’interno di un ciclo di formazione e aggiornamento degli educatori che operano all’interno delle Cooperative Scolastiche, sono state presentate le implementazioni della piattaforma Plan Your Future ideate e costruite all’interno del Progetto Bell’Impresa da Fondazione Edulife.

Dopo un’introduzione dedicata alla postura professionale degli educatori che si apprestano ad iniziare anche quest’anno il lavoro educativo all’interno del panorama delle Cooperative Scolastiche, è stata posta la questione del vantaggio professionale e personale che ognuno degli educatori riconosce nell’approcciarsi al nuovo anno di Cooperativa e ciò che è emerso riassume sicuramente l’approccio del gruppo e di ogni singolo che lo compone.  

Di seguito riportiamo alcune delle risposte che sono emerse: 

I vantaggi che si possono ottenere in un cammino di questo tipo rispecchiano la motivazione che spinge gli stessi educatori nel loro quotidiano agire. Esserne consapevoli è il primo passo per strutturare l’insieme di interventi e tendere ai risultati sperati.

La seconda domanda posta agli educatori ha aperto la riflessione rispetto agli elementi che ognuno deve mettere in campo per lavorare bene fuori dalla propria zona di confort e ciò che è emerso è questo:

Tutti gli elementi emersi sono competenze fondamentali per affrontare un percorso educativo di qualità, ma, considerando il contesto strutturato della scuola, di certo ciò che un educatore deve mettere in gioco è la possibilità di mediare all’interno di una cultura come quella scolastica molto forte e strutturata e trovare strumenti che possano preparare alla conoscenza della nuova cultura.

Per tale ragione è necessaria una strategia. 

L’educatore deve avere un occhio di riguardo per le regole che gestiscono le relazioni e le procedure di questo nuovo ambiente per potersi inserire in esso in modo ottimale. Come farlo? Mediante l’informazione: usufruire dei siti internet e delle direttive ministeriali che sono vere e proprie linee guida specifiche di questa realtà. 

Nel caso specifico della proposta delle Cooperative scolastiche, una delle direttive da tenere maggiormente in considerazione è quella relativa all’Educazione Civica (https://www.istruzione.it/educazione_civica/index.html) che già dal 2020 è diventata una disciplina trasversale che interessa tutti i gradi scolastici, a partire dalla scuola dell’Infanzia fino alla scuola secondaria di II grado.

Dalla lettura di questo documento, si evince che l’educazione civica ruota intorno a tre nuclei tematici principali:

  1. COSTITUZIONE, diritto (nazionale e internazionale), legalità e solidarietà
  2. SVILUPPO SOSTENIBILE, educazione ambientale, conoscenza e tutela del patrimonio e del territorio
  3. CITTADINANZA DIGITALE

Sicuramente il contesto della simulazione d’impresa proposto con le cooperative è un contesto privilegiato in cui si può lavorare sull’educazione civica e sulle competenze di cittadinanza ed è un’esperienza che può andare ad agire su problematiche di vario tipo e varia natura, come ad esempio il fenomeno della dispersione scolastica in continuo aumento.

Per concludere la formazione, è stata presentata agli educatori la piattaforma Plan Your Future e sono stati invitati a sperimentarla per prenderne familiarità.  Sono state quindi presentate le diverse funzionalità della piattaforma, i diversi profili e le possibilità di accesso con profilazione o registrazione. 

Sono stati presi in considerazione per l’approfondimento i due Percorsi strutturati per il Progetto Bell’Impresa (Voglio diventare un buon cittadino e Il lavoro educativo nel mondo in trasformazione) già affrontati all’interno di alcuni articoli del blog.

Per concludere sono state presentate le due Schede Didattiche dedicate ai bambini della scuola Primaria (L’albero delle competenze) e ai ragazzi della Scuola Secondaria (Le competenze di cittadinanza) già affrontate in un altro articolo di questo blog.

La partecipazione degli educatori è stata molta e le domande per comprendere il funzionamento concreto del portale sono state numerose. Si nota da ciò come la curiosità degli educatori è alta e come si vogliano mettere in gioco per portare all’interno di un luogo strutturato come quello scolastico elementi innovativi che possano far lavorare i bambini e i ragazzi sempre più sulle proprie competenze trasversali per poter diventare buoni cittadini.

La strada è ancora lunga ma la motivazione sicuramente non manca!

Regioni

Ti potrebbe interessare

Tra Fuorilegge e Capobranchi, famiglie alla scoperta di Nassar!

di

Nella mattinata di sabato 30 aprile i bambini e le bambine della scuola primaria di San Pietro coinvolti nel progetto Bell’Impresa! hanno...

SCUOLA FUORI DALLA SCUOLA: l’educazione è fuori. La scuola può uscire dalla scuola

di

  Alla ripresa di questo nuovo anno scolastico, Bell’Impresa! ha risposto, in rete con i Comuni di Dolcè, di Brentino Belluno e...

IL DIARIO RIFLESSIVO, UNO STRUMENTO PER FACILITARE LO SVILUPPO DEL PROGETTO E LA CRESCITA PROFESSIONALE DEGLI OPERATORI

di

Le azioni di monitoraggio di un progetto, per risultare efficaci in termini di comprensione profonda di ciò che accade all’interno di un...