BiblioÀP – A Cinecittà una biblioteca a disposizione di tutti

di

Inaugurazione di BiblioÀP

Torna viva e a disposizione di ragazzi e abitanti del quartiere la biblioteca dell’IIS Enzo Ferrari. Uno spazio della scuola recuperato da ÀP dopo 10 anni di abbandono

 

Una biblioteca a Cinecittà. Uno spazio aperto a tutti. Sia ai ragazzi che frequentano l’Accademia Popolare dell’Antimafia e dei Diritti che agli abitanti della zona, a due passi dalla fermata Subaugusta della Metro A. Un passo in più per l’Accademia stessa, la creatura di Associazione daSud che ha già dato vita ad un teatro-cinema e ad una webradio negli spazi dell’IIS Enzo Ferrari di via Contardo Ferrini. Una delle scuole di periferia di Roma che animeranno i 3 poli educativi del progetto #AltaFrequenza.

BiblioÀP da febbraio 2019 è a disposizione di tutti, studenti e non, sostenuta da coloro che hanno aderito alla campagna di crowdfunding di daSud e propiziata da questa prima fase di #AltaFrequenza.

 

L’inaugurazione di BiblioÀP all’IIS Enzo Ferrari

Biblioteca a Cinecittà, Roma. BiblioAP

Un’apertura agli studenti, il 1 febbraio, in compagnia di Marcello Fonte, l’attore che ha reso speciale Dogman di Garrone, e insieme a Paolo Tripodi, regista di “Asino Vola”, e allo sceneggiatore Giuliano Miniati.
Poi un’apertura al pubblico, il 2 febbraio, alla presenza degli attori Ninni Bruschetta, Roberta Mattei, Daniela Marra e del rapper Kento.

Le giornate inaugurali della nuova biblioteca hanno proposto i primi eventi in calendario. Abbiamo assistito alla mostra fotografica, a cura di Walking Visions, e a quella di fumetti che esponeva una selezione di tavole originali realizzate da autori di spicco. Da Massimo Rotundo (Wonder Woman) a Sara Pichelli (Harley Quinn). Da Emiliano Tanzillo (Dylan Dog) a David Messina (Catwoman).

Infine, una sessione di live painting a cura di Skeleton Monster, collettivo romano di autori composto da Werther Dell’Era, Antonio Fuso, Gud, Emilio Lecce, Giorgio Pontrelli, Stefano Simeone, Fabrizio Di Tommaso e Lorenzo Magalotti.

 

Se vuoi vuoi saperne di più su #AltaFrequenza, seguici su Facebook e iscriviti alla newsletter

 

Dopo ÀPTeattro, CinemaÀP e RadiodaSud, arriva la biblioteca dell’Accademia dell’antimafia

“Dopo il teatro e il cinema – dichiara Danilo Chirico, presidente di daSud  – BiblioÀP è l’ultimo tassello dell’Accademia Popolare dell’Antimafia e dei Diritti, che nasce per contrastare la dispersione scolastica, recuperare i luoghi abbandonati e riaccendere la cultura in periferia. Una grande sfida a cui hanno contribuito in tante e tanti, dimostrando di avere a cuore la città e di credere ancora a un’idea di solidarietà, radicalità, partecipazione attiva e pratica della trasformazione.

Leggi l’articolo di la Repubblica – Roma

 

Perché è speciale BiblioÀP?

Biblioteca della scuola Enzo Ferrari

Un nuovo grande polo culturale per la scuola, la periferia e la città pronto ad aprire i battenti con una sala lettura che ospiterà una sezione di libri sulle mafie e una di fumetti, una web radio degli studenti, eventi e laboratori per grandi e piccoli. In poche parole potremo definire così BiblioÀP e la sua ambiziosa missione.

Nasce grazie al contributo dei tanti cittadini, enti, associazioni, istituzioni e fondazioni che meno di un anno fa hanno risposto all’S.O.S. congiunto di daSud, Via Libera, Cooperativa Diversamente, Compagnia Ragli, Magville, Ass. Culturale Laura Lombardo Radice e VaBè, che animano il progetto di ÀP – Accademia Popolare
dell’antimafia e dei diritti all’interno dell’IIS Enzo Ferrari di Cinecittà-Don Bosco. Con l’obiettivo di strappare la biblioteca a dieci anni di degrado, restituirla agli studenti e aprirla alla città come centro culturale.

BiblioÀP sarà anche uno degli spazi impiegati per il contrasto alla povertà educativa con il progetto #AltaFrequenza. Passeranno da qui i ragazzi dei tre poli educativi, ai quali stiamo per offrire nuovi spazi, nuove attività e una nuova didattica in alcuni dei Municipi più difficili di Roma (VII, IX e XI).
Il recupero della biblioteca dell’IIS Enzo Ferrari è proprio la prima delle soddisfazioni raggiunte da #AltaFrequenza.

Guarda il servizio del TG3

 

Come è strutturata BiblioÀP?

BiblioÀP sarà più di una biblioteca: un polo culturale che fungerà da sala lettura, spazio eventi e centro di formazione per grandi e piccoli che ospiterà:

  • una sezione sulle mafie con i titoli della Mediateca Giuseppe Valarioti di daSud;
  • una sezione sulle graphic novel con il fondo di fumetti del collettivo Magville intitolato al grafico e disegnatore Daniele Magrelli;
  • la web radio degli studenti RadiodaSud;
  • piccoli eventi e tutta una serie di laboratori, in parte già avviati con gli studenti e in parte in corso di costruzione.

 

Riappropriarsi di uno spazio

Biblioteca BiblioAP“All’inaugurazione c’è stata una partecipazione stupenda, sorprendente…” ha raccontato Danilo Chirico al TGR Lazio. “Un fiume di persone è venuto a riprendersi quel posto, se ne è riappropriato e lo ha fatto diventare un pezzo della propria vita”.

“La serata di inaugurazione ci ha regalato una situazione bella. Piena di gente, di tutte le età”. Questa è l’impressione entusiasta di Tiziana Piacentini, presidente di Oasi, capofila di #AltaFrequenza. “Una situazione viva. L’ambiente, così risistemato, è davvero ben fatto e ti fa allargare il cuore. Può essere veramente un punto d’accesso ad attività culturali ed educative per tutto il quartiere”.

 

[Photo gallery] – Le immagini della biblioteca e dell’inaugurazione

Regioni

Ti potrebbe interessare

Didattica digitale integrata. Ecco cosa ne pensiamo

di

La scuola è anche spazio di relazione. Con la didattica digitale integrata nelle scuole medie e superiori la sfida è preservare il legame con le periferie

Fotografia. Come iniziare a raccontare i propri punti di vista

di

I consigli di Massimiliano Tempesta e Daniela Silvestri per i ragazzi che vogliono avvicinarsi alla fotografia. La live Facebook con Marco Caputi

Esami. Ultimi passi dei nostri percorsi individualizzati

di

Con gli esami terminano alcuni dei percorsi individualizzati che abbiamo seguito nei Poli Educativi durante questo incredibile anno scolastico

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK