Stili di vita degli adolescenti e dispersione scolastica

di

Gli stili di vita degli adolescenti e i motivi per cui abbandonano gli studi: Stelle di Periferie sintetizza esperienze e dati sul tema.

A marzo, a qualche mese dalla fine della scuola, il Centro Alfredo Rampi, capofila del progetto Stelle di Periferie, ha progettato come chiudere in modo utile il lavoro svolto in questi anni di interventi.

Nell’impossibilità di creare un evento in presenza come era stato pensato all’inizio del percorso, nel 2018, è nata un’altra idea. Quella di mettere a disposizione di docenti e dirigenti le tante informazioni raccolte in questi mesi. Mesi fitti di ascolto e dialogo con le ragazze e i ragazzi interessati dagli interventi del Progetto.

Uno dei punti di forza di questo progetto contro la dispersione scolastica, infatti, voleva proprio essere l’analisi. Osservare da tanti punti di vista i nostri giovani destinatari, perché solo conoscendoli e comprendendoli avremmo potuto provare a non fargli abbandonare gli studi.

Ecco il perché di tanti testi e questionari proposti ai ragazzi a inizio e fine progetto, e degli innumerevoli report compilati regolarmente da tutti gli educatori e gli psicologi che hanno seguito studentesse e studenti in oltre 30 mesi.

La Scheda di valutazione multifattoriale, inoltre, messa a punto per l’occasione, raccoglie questi e altri punti di vista. Ben otto fonti di osservazione in totale, attivate per fotografare ogni studente e poterlo supportare, al di là delle apparenze, lì dove ha davvero ha bisogno.

Conoscere ragazze e ragazzi per supportarli

Nel percorso, insomma, è emersa una grande ricchezza, che i responsabili del Progetto hanno racchiuso in un opuscolo che andrà in stampa la prossima settimana.

Nell’opuscolo vengono ripercorsi tutti gli step del Progetto Stelle di Periferie per arrivare a mettere a fuoco, dati alla mano, gli stili di vita degli adolescenti, o meglio, “il modo di essere di una generazione di adolescenti che sta crescendo in questa seconda decade del terzo millennio”. E, soprattutto, per quali motivi questi stessi adolescenti lasciano la scuola o corrono il rischio di farlo.

L’elaborato sarà presentato scuola per scuola nei giorni immediatamente successivi alla fine delle lezioni. E naturalmente messo a disposizione del personale scolastico di questi cinque istituti, che hanno accolto e sostenuto il lavoro svolto da Stelle di Periferie.

Speriamo che tutto quello che gli operatori del Progetto hanno scoperto e imparato su ragazze e ragazzi delle periferie, possa essere uno spunto utile. Per chi, con loro, a scuola, tutti i giorni, continuerà a relazionarsi e lavorare.

stili vita adolescenti dispersione scolastica

Regioni

Argomenti

Ti potrebbe interessare

Studiare insieme: l’esperienza nel CAS Amaldi

di

Questo post ripercorre le attività del Centro di Aggregazione Scolastica di Stelle di Periferie all’interno di una delle cinque scuole coinvolte, l’IIS...

Da studenti delle periferie a sperimentatori di cittadinanza attiva

di

Ancora nel 2017 l’Italia risultava al quarto posto in Europa per dispersione scolastica, ma, come sappiamo, da qualche anno è in corso...

Se la Scuola illumina il quartiere di frontiera

di

Contro la dispersione scolastica a Roma: le risorse del territorio come agenti formativi La dispersione scolastica a Roma in alcuni quartieri è...