Il cerchio della violenza

di

Dà voce alle donne e madri vittime di femminicidio Silvana Allasia nella lettera inviata al quotidiano La Repubblica in occasione della Festa della Mamma. Nove anni fa sua sorella è stata uccisa dal compagno e padre dei suoi figli. “Vittima – scrive – di una violenza che ancora oggi si sottovaluta perché permeata da pregiudizi e stereotipi di genere”.

Da gennaio sono 22 le donne uccise in Italia dal partner o ex (fonte Ministero dell’Interno). Nel 2022 i femminicidi sono stati 125.
“È una guerra non solo per i numeri – aggiunge – ma per la portata della violenza, dello svilimento, delle umiliazioni vissute tra le mura di casa”. E invita le istituzioni a prendere misure più adeguate e concrete per fermare il cerchio della violenza domestica. Per proteggere davvero donne e minori che ne sono vittime.

Ripubblichiamo anche noi la lettera di Agnese Allasia, una testimonianza che illumina drammi che non possono e non devono essere considerati privati.

Ti potrebbe interessare

Un progetto di cura e prevenzione

di

Aiutare gli orfani e le orfane di femminicidio a superare il trauma e il dolore, costruire reti di professionisti capaci di riconoscere...

S.O.S. a Roma all’incontro organizzato da Con I Bambini

di

Giornata di confronto a Roma, il 31 gennaio, per i 4 progetti del bando A Braccia Aperte, il primo in Italia, dedicato...

Il grido di un orfano di femminicidio: “l’aiuto deve essere immediato”

di

All’inaugurazione del Centro S.O.S. Sostegno Orfani Speciali ci sarà anche il dottor Giuseppe Delmonte. Aveva 18 anni quando suo padre uccise sua...