Oltre la pandemia: le attività extrascolastiche di S.C.AT.T.I. al Giambellino di Milano

di

S.C.AT.T.I. prevede, tra le sue azioni, la realizzazione di attività extrascolastiche gratuite da tenersi in orario pomeridiano nelle scuole che aderiscono al progetto: scopo dell’azione è rendere accessibile a tutti un’offerta ludica di qualità come contrasto alla povertà educativa, molto diffusa in alcune zone della città. I destinatari, nel quartiere Giambellino di Milano, sono i bambini e bambine, ragazzi e ragazze della Scuola Primaria “Vespri Siciliani” e della Secondaria di primo grado “Rinascita-Livi”.

Molti di loro non hanno la possibilità di frequentare corsi sportivi, musicali o laboratori dopo l’orario scolastico, come altri loro coetanei. È forse proprio per questo motivo che le attività proposte dall’associazione Rinascita per il 2000 sono state accolte dalle famiglie con entusiasmo e recepite nel loro significato e nella loro finalità: offrire a bambini e bambine, ragazzi e ragazze tempo e spazio all’interno delle strutture scolastiche per divertirsi e stare insieme, facendo qualcosa di bello e di importante.

Le scuole hanno aperto le loro palestre e le loro aule ad insegnanti e istruttori esterni coordinati dall’associazione, partner di progetto già attiva sul territorio nell’organizzazione di corsi extrascolastici per bambini e ragazzi. Lo scorso anno scolastico sono stati proposti corsi di pallavolo, basket, skateboard, Kung Fu, chitarra, pianoforte, percussioni, canto e scacchi, raggiungendo complessivamente 130 bambini e ragazze delle due scuole coinvolte.

Con l’arrivo dell’emergenza Covid-19 in Italia e con il conseguente lockdown la situazione è inevitabilmente cambiata. Le scuole si sono svuotate, le palestre e le aule sono state chiuse. Bambini e ragazzi si sono ritrovati a casa alle prese con la didattica a distanza, peraltro non accessibile a tutti. Nello stesso periodo tutti i partner S.C.AT.T.I. hanno pensato a come raggiungere le famiglie, a come farle sentire meno sole, a come recuperare un rapporto con i bambini e i ragazzi.

Rinascita per il 2000, pur dovendo rinunciare alle attività sportive e di gruppo, ha comunque proseguito i corsi di musica, a distanza. Da aprile a maggio 2020 gli allievi dei corsi di strumento e di canto hanno potuto rivedere i loro insegnanti e continuare la loro attività. Nonostante un certo scetticismo iniziale, i corsi online hanno avuto risultati positivi: i ragazzi li hanno vissuti come un’oasi di serenità e divertimento nelle lunghe giornate chiusi in casa e nello stesso tempo, forse perché più concentrati e riposati, hanno fatto importanti progressi. Il riscontro positivo ha spinto gli operatori e le operatrici a mantenere attivo lo strumento della didattica a distanza come affiancamento a quella, particolarmente importante per le attività musicali, in presenza. Purtroppo, però, il digital divide non ha permesso a tutte le famiglie di essere coinvolte allo stesso modo.

Con l’inizio del nuovo anno scolastico, l’offerta delle attività extrascolastiche si è adeguata alla situazione generale: non è stato possibile organizzare in sicurezza i corsi sportivi o di gruppo, mentre le attività musicali sono riprese seguendo i protocolli sanitari adottati dalle scuole. Sono stati riproposti in presenza i corsi di pianoforte, chitarra, batteria e canto sia nella scuola Primaria che nella Secondaria, con il coinvolgimento – al momento – degli allievi dello scorso anno, ma con l’intenzione di aprire anche a nuovi beneficiari.

Gli operatori e le operatrici dell’associazione Rinascita per il 2000 stanno facendo i conti con la complessità delle classi in lockdown, con gli allievi che a volte sono costretti a rimanere a casa, ma non si sono arresi e continuano le loro attività on line, nonostante le mille difficoltà. Anzi, stanno facendo anche di più: lì dove riscontrano che mancano pc, tablet e una semplice connessione, si attivano per sostenere le famiglie e farle sentire sempre presenti e coinvolte.

Articolo a cura di Nicoletta Ronchi, Assocazione Rinascita per il 2000

Regioni

Ti potrebbe interessare

Un approccio all’uso responsabile delle tecnologie digitali, risorse e strumenti per i genitori

di

Le tecnologie digitali sono sempre più parte integrante della nostra vita, lo erano prima dell’emergenza legata al Covid-19 e lo sono ancora...

L’estate di S.C.AT.T.I.: insieme a bambini e ragazzi con attività ludico-creative fino a settembre

di

Estate 2020: un’estate inimmaginabile che nel tempo ricorderemo, un’estate fuori dall’ordinario che chiude un anno scolastico a dir poco complesso. Il Progetto...

Progetto S.C.AT.T.I.: i ragazzi e le ragazze al centro della comunità educante

di

Quando, come cooperativa E.D.I., abbiamo deciso di partecipare al bando Nuove Generazioni dell’impresa sociale Con i Bambini presentando il progetto S.C.AT.T.I., ci...

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK