Ri-Belli, la fotografia di strada

di

Andrea Martorana, laboratorio fotografico "Ri-belli per stupire"

Seconda uscita per la nuova edizione del Laboratorio Fotografico di Ri-Belli. Andrea Martorana, fotografo professionista che segue i ragazzi, ci racconta come è andata.

“In questa occasione siamo andati alla foce del fiume Irminio. Una riserva naturale incontaminata, e preservata, per quanto possibile, dall’azione dell’uomo.

I ragazzi hanno utilizzato le loro macchine fotografiche e si sono davvero sbizzarriti, in termini creativi, nel cercare e trovare i migliori scorci per raccontare uno splendido scenario naturale.

I loro lavori saranno ora inseriti in una apposita App. Poi, ci siamo spostati nel centro urbano di Marina di Ragusa per fotografare la gente, le persone, i visi, i volti.

Dopo qualche momento di comprensibile imbarazzo, i ragazzi si sono sciolti e, oltre alle foto, hanno potuto ascoltare le storie delle persone che hanno ritratto. Una fotografia di strada, molto bella e particolare, che va oltre il semplice scatto”.

Regioni

Ti potrebbe interessare

Ri-Belli, partecipazione attiva

di

Il percorso di educazione all'affettività dell'associazione Lauretana di Vittoria, nelle parole della counselor Maria Rita La Ferla. La capacità di confrontarsi e aprirsi, con rispetto e senza vergogna, segno dell'importanza di questo spazio

Ri-Belli, crescita e integrazione

di

Rudina Myrteli e Adekunde Omolayo, operatrici housing first dell'Associazione I Tetti Colorati Onlus, impegnate nell'azione "Ri-Belli per abitare", ci raccontano le loro emozioni

Ri-Belli, supporto e ascolto

di

L'impegno del dottor Giuseppe Licitra. "La comprensione linguistica è il problema principale da affrontare"