Il lavoro delle comunità di accoglienza: strumenti e metodologie della relazione educativa

di

Nei giorni 15 e 16 gennaio 2024  si sono tenute le prime due giornate del secondo modulo di approfondimento del percorso Bambine, bambini e adolescenti fuori famiglia – Le lenti del trauma e della dissociazione nei percorsi di accoglienza centrato sul lavoro delle comunità di accoglienza, degli strumenti e delle metodologie della relazione educativa, sempre nell’ambito dell’azione 6.2 Capacity Building del Progetto Restart.

Il modulo ha visto la partecipazione attiva delle educatrici e degli educatori a cui, come sempre, è stata proposta una modalità di apprendimento e approfondimento basata su lavori esperienziali e attivazioni emotive.

Il lavoro, oltre a riprendere alcune tracce già proposte nelle tre giornate introduttive di novembre, si è concentrato sulla proposta di interventi concreti a sostegno del lavoro educativo, dispositivi pratici ed efficaci nella relazione con i minorenni collocati in comunità: dalle strategie di un ascolto attivo ed empatico, alle tecniche di gestione dei momenti di discontrollo, ai dispositivi utili ad aiutare i bambini, le bambine e gli adolescenti a rientrare nella finestra di tolleranza.

Creatività, ascolto, resilienza, allegria, flessibilità, leggerezza, empatia, pazienza, imprevedibilità, accoglienza …  Queste sono alcune delle caratteristiche positive che gli educatori che hanno partecipato alla formazione si riconoscono e considerano fondamentali nella relazione educativa, affinché possa rappresentare un’ Esperienza Positiva Infantile.

Nell’affiancare l’équipe della Fondazione Eos Onlus, specializzata in contrasto del maltrattamento e dell’abuso all’infanzia, che ha proposto il ciclo formativo, è stato prezioso il contributo della dottoressa Monica Procentese, pedagogista esperta di lavoro delle comunità di accoglienza, della Cooperativa Irene ‘95, partner di progetto.

Prossimi appuntamenti: venerdì 26 e sabato 27 gennaio ore 9-13 per il Modulo “La partecipazione dei care Leavers nei percorsi di accoglienza e living care”.

Regioni

Ti potrebbe interessare

La partecipazione di bambine, bambini  e adolescenti al proprio percorso di accoglienza fuori famiglia

di

La partecipazione di bambine, bambini  e adolescenti al proprio percorso di accoglienza fuori famiglia come ingrediente necessario nel lavoro educativo e di...

Sostenere i genitori a casa

di

Si è svolto martedì 27 settembre nella sede della Cooperativa Sociale Irene ’95, un seminario informativo sull’Home Visiting, all’interno di RESTART, un...

Ripartenze per la rete di prevenzione e cura delle vittime delle Esperienza Sfavorevoli Infantili: il Progetto RESTART

di

È in programma mercoledì 7 dicembre il convegno di presentazione delle attività del Progetto RESTART – Bando Ricucire i sogni in programma presso...