Come i porcospini: l’attività nelle scuole

di

All’interno del Progetto RESTART  l’azione 5.2 di prevenzione primaria e secondaria per condotte pregiudizievoli, denominata Come i Porcospini, è rivolta a bambini, ragazzi e ai loro “caregiver” con programmi di sensibilizzazione, informazione e formazione, operando su due direttrici: una è la pratica educativa positiva, rispettosa dei bisogni in età evolutiva irrinunciabili, al fine di prevenire comportamenti dannosi da parte di genitori e/o educatori, fin dalla prima infanzia; una seconda direttrice è il riconoscimento dei segnali predittori di Esperienze Sfavorevoli Infantili, al fine di stimolare la sensibilità e l’attenzione degli adulti per un cambiamento dei loro stili educativi o, laddove ciò non fosse possibile, per permettere l’emersione di situazioni pregiudizievoli.

Nella fase preliminare dell’impianto del progetto, si sono svolti incontri di informazione e sensibilizzazione non solo con dirigenti scolastici e insegnanti, ma anche con i genitori per una maggiore partecipazione e compliance alle attività proposte.

Nell’anno scolastico 2022/2023, sono stati realizzati vari cicli di attività, con i bambini, genitori ed insegnanti, e i partner di progetto coinvolti a sono:

Ogni ciclo si è strutturato in cinque incontri con i bambini e le bambine ed un momento di restituzione con insegnanti e genitori a conclusione delle attività.

Il coinvolgimento degli insegnanti e delle famiglie è apparso fondamentale anche per la finalità di prevenzione che caratterizza il progetto, giacché i bambini, a conclusione delle attività, devono individuare e riconoscere alcuni adulti di riferimento con cui comunicare e a cui rivolgersi in una eventuale situazione di disagio e di pericolo.

Regioni

Ti potrebbe interessare

La partecipazione di bambine, bambini  e adolescenti al proprio percorso di accoglienza fuori famiglia

di

La partecipazione di bambine, bambini  e adolescenti al proprio percorso di accoglienza fuori famiglia come ingrediente necessario nel lavoro educativo e di...

Le dimensioni innovative del Progetto RESTART

di

Marianna Giordano, assistente sociale di Fondazione Eos, ha moderato gli interventi del convegno “Ripartenze per la rete di prevenzione e cura delle...

Per crescere un bambino occorre un intero villaggio

di

Il Convegno del 7 dicembre, promosso dal DIPMED dell’Università degli Studi di Salerno, fra i partner di progetto, ha rappresentato il primo...