P.R.I.M.A. I. spazio agli eventi : “A Sora una serata magica tutti insieme sotto le stelle”

di

Di Armando Caringi * –  La notte di San Lorenzo a Sora, nella magnifica cornice della Cattedrale, edificata nella sua forma attuale nel 1155, in pieno centro cittadino, ha preso vita il “Villaggio di Maria”, uno spazio fatto di e con le persone, raccontato dalla voglia di stare bene e promuovere la cultura del benessere e la forza della comunità. All’appuntamento ha partecipato anche la squadra del progetto P.R.I.M.A I., progetto selezionato da impresa sociale “Con i Bambini” nell’ambito del Fondo a contrasto della povertà educativa minorile.

Il parroco Don Ruggero Martini ha dato il via alla serata con una dedica a Maria SS. Assunta a cui lo storico edificio di culto è dedicata. Le parole recitate in occasione della novena a Maria sono state condivise all’ingresso della Chiesa, alle pendici del colle dedicato al culto sin dai tempi preromanici. A poca distanza, infatti, in località detta “Rava Rossa” per il colore particolare del sito, è possibile trovare due edicole votive di un santuario rupestre dedicato a Silvano e ad Ercole, a cui erano sacre le selve e la pastorizia.

Ha preso il via, poi, una fiaccolata con caratteristici flambeaux, lungo la superba scalinata realizzata in epoche successive a partire dal 303 a.c. e che sui vari livelli man mano raggiunti ha visto insediamenti di culto dedicati a Giove, Giunone e Minerva a testimonianza di passaggio da dominazione Volsca ad assoggettamento Romano sancito nel 44 a.c.

Giunti alla base della scalinata, sotto l’androne a volta, ideato, in una forma diversa da quella visibile oggi, dopo la distruzione avvenuta nel 1229 ad opera di Federico II, il ballerino e coreografo Jonathan Colafrancesco ha regalato ai numerosissimi partecipanti due momenti dedicati alla danza. Il primo eseguito sulla Suite di Bach in Sol maggiore ed il secondo sulle note della canzone Il Poeta di Bruno Lauzi interpretata da Mina.

  Il Corteo si è poi avviato alla volta della salita che conduce ai locali della Curia episcopale, alla cui sommità si erge, posta in alto, una triade di archi settecenteschi, dai quali Monica Petricca e Laura Pompilio hanno recitato il brano sulla Volpe tratto dal libro Il Piccolo Principe di Antoine De Saint-Exupéry, in una suggestiva atmosfera creata da fiaccole e lampade con le candele.

I partecipanti poi sono stati invitati ad entrare al Villaggio realizzato dai Catechisti delle Cappellanie della Cattedrale coordinati da Graziella Tersigni, dalla Ludoteca La Fortezza dei Sogni coordinata da Orietta Sarracini e dalle realtà SOS Donna Sportello Telematico e Centro di Ascolto, Agendi, Teatro Labrys, Insieme Nuovi Orizzonti, Il Faro Onlus ed Edc Srl per il progetto P.R.I.M.A.I.

Il villaggio è stato costruito in modo da ricordare un antico insediamento, con vari angoli dedicati a varie attività: la Cucina del Villaggio, dove i volontari hanno offerto ai partecipanti le penne alla matriciana, la pizza, le tradizionali “crespelle”; la Pasticceria del Villaggio in cui gli organizzatori hanno offerto dolci vari; la Frutteria del Villaggio presso la quale era stata allestita una cocomerata.

       LO SPAZIO DI P.R.I.M.A. I. –     Per il progetto P.R.I.M.A.I. erano stati allestiti: lo Stand di informazione in merito alle attività degli sportelli di ascolto attivati con il progetto stesso; Il Percorso del Villaggio uno spazio dedicato al Laboratorio di psicomotricità, la Pasticcioneria del Villaggio dedicato alle attività di manipolazione rivolte ai bambini e agli adulti, la Torre del Villaggio dedicato al gioco degli scacchi, le Note del Villaggio dedicato alla musicoterapia.

  IL GIOCO DEGLI SCACCHI –        Il Presidente Renato Verdicchio del Circolo scacchistico la Torre Valcomino e l’istruttore Daniel Caira hanno animato la spazio dedicato al gioco degli scacchi. Erano stati allestiti vari punti con delle scacchiere per delle lezioni semplici ed era stata predisposta una scacchiera gigante, con pezzi grandi, con cui i bambini hanno giocato divertendosi moltissimo.

PASTICCIONERIA E LE ALTRE ATTIVITA’ DEL PROGETTO  P.R.I.M.A. I. –    Le associazioni hanno animato le attività di pasticcioneria, di psicomotricità e di musicoterapia. Intorno a percorsi segnati da birilli colorati, da tappetini, da cerchi e da palloni di tutti i colori, le esperte hanno coinvolto i bambini in percorsi divertenti e coinvolgenti a cui i bambini hanno partecipato divertendosi moltissimo.

Al tavolo della pasticcioneria gli adulti ed i bambini hanno lavorato insieme, intono a ricette semplici e della tradizione, allo scopo di favorire lo scambio intergenerazionale attraverso attività ludiche e di grande fascinazione per i bambini.

Per il concetto dello “stare bene insieme” si è dato spazio a balli di gruppo e ad animazione con la musica che hanno coinvolto tutti i presenti.

La serata ha registrato una partecipazione numerosa ed è stata una bellissima occasione per stare tutti insieme, riscoprire le tradizioni, mettere a confronto le generazioni, viversi siti storici della Città, costruire insieme una “Comunità educante”.

*Presidente associazione “Il Faro onlus” partner del progetto P.R.I.M.A. I. (Promuovere le risorse per l’infanzia mediante approcci innovativi)

 

LA FOTOGALLERY DELLA SERATA 

Regioni

Argomenti

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK