“La città dei bambini” di Misilmeri, sono stati 400 i bimbi fruitori del progetto

di

PALERMO. Sono stati circa 400 i bimbi che hanno usufruito di almeno un servizio del progetto “La Città dei Bambini” di Misilmeri. L’iniziativa, selezionata dalla Fondazione Impresa sociale “Con i bambini” nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, è stata realizzata in tre anni nell’omonimo Polo educativo per l’Infanzia di Misilmeri (chiasso Dante Alighieri n. 10).

Rivolta ai bimbi da zero a sei anni e con responsabile Francesco Albano, ha avuto come capofila la cooperativa sociale “Libera…mente” presieduta da Gaspare Carandino e vari partner tra cui il Comune di Misilmeri e la Direzione didattica statale “Salvatore Traina”.

L’obiettivo è stato quello di rimuovere gli ostacoli di natura sociale, culturale ed economica che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori. Sono stati realizzati 23 percorsi laboratoriali, tra i quali quelli di manipolazione, pittura, lettura e teatrali.

Circa 150 ore sono state dedicate agli incontri di sensibilizzazione/formazione e confronto su temi di ordine educativo, psicosociale e socio sanitario: eventi aperti alla cittadinanza con cadenza periodica durante i quali genitori ed educatori si sono confrontati su temi come l’intelligenza emotiva e i disturbi dell’apprendimento.

Molto apprezzata anche l’iniziativa ricreativa “Tempo d’Estate” che si è svolta in due edizioni (2018 e 2019) al plesso “Traina” coinvolgendo oltre 100 bimbi. Spazio pure per uno sportello psico-sociale per il sostegno alla famiglie dei bimbi. In campo numerose e qualificate figure professionali: assistenti sociali, psicologi, educatori, maestre, animatori, assistenti all’infanzia. Grazie al progetto è nato un nuovo “Polo educativo per l’infanzia” in grado di accogliere 30 bambini dai 3 ai 6 anni e 33 da zero a tre anni. Ad oggi è l’unico micronido presente nel territorio comunale di Misilmeri.

Oltre a “Liberamente”, Comune di Misilmeri e Direzione didattica “Salvatore Traina”, sono stati partner del progetto anche “La città dei Bambini cooperativa sociale”, l’“Associazione Armonia Sociale”, l“Associazione Culturale Archè”, l“Avis di Villabate”, il “Centro Metaintelligenze” e la Fondazione “Giuseppe Di Vittorio”.

Il progetto “La città dei Bambini” è stato selezionato dalla Fondazione Impresa sociale “Con i bambini” nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Realizzato nell’omonimo Polo educativo per l’Infanzia di Misilmeri, ha come capofila la cooperativa sociale “Libera…mente” e vede coinvolti tra i vari partner anche il Comune di Misilmeri e la Direzione didattica statale “Salvatore Traina”.

Il tutto sotto la supervisione di Genì Fontana, direttrice del Polo educativo per l’infanzia “La città dei Bambini”, Francesco Albano (responsabile del progetto “La città dei Bambini” di Misilmeri) e Gaspare Carandino (presidente di “Libera…mente”, capofila del progetto).

Regioni

Argomenti

Ti potrebbe interessare

Misilmeri, recita di fine anno scolastico con l’intramontabile Mary Poppins

di

Un classico della “Disney” per la recita di fine anno scolastico. I piccoli partecipanti al progetto “La Città dei Bambini” di Misilmeri...

Si “cresce” anche imparando a manipolare la creta: Misilmeri, ecco gli oggetti creati dai bimbi

di

La mostra degli oggetti realizzati nel corso del laboratorio "Manipoliamo l'argilla"

Città dei Bambini di Misilmeri, iniziativa di sensibilizzazione sull’autismo

di

Anche il polo per l’infanzia “La Città dei Bambini” di Misilmeri ha partecipato alla “Giornata mondiale della consapevolezza sull’Autismo” con un’azione di...

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK