Misilmeri, recita di fine anno scolastico con l’intramontabile Mary Poppins

di

Un classico della “Disney” per la recita di fine anno scolastico. I piccoli partecipanti al progetto “La Città dei Bambini” di Misilmeri hanno messo in scena l’intramontabile Mary Poppins, uscito nelle sale cinematografiche nel lontano 1964 e vincitore di ben cinque premi Oscar.

Una scelta non casuale, poiché per chi ha il compito di educare (cioè insegnanti, genitori e adulti in genere) offre sempre tanti spunti di riflessione. Il personaggio della “Tata perfetta” si relaziona ai bambini con empatia, estro, gioco magico ma anche attraverso la fermezza delle sue affermazioni e la determinazione con cui adempie al suo compito di educatrice.

Dentro la borsa di Mary Poppins si trovano amore, pazienza, allegria, rispetto, regole, fantasia e sani principi. Grazie a tutti questi elementi la “tata magica” favorirà un profondo cambiamento nei genitori della famiglia Banks, distratti dal lavoro e dalla soddisfazione economica come fonte principale di felicità, recuperando in loro il senso più profondo della serenità degli affetti familiari.

Nella messa in scena presso la “Città dei Bambini” di Misilmeri la sigla di apertura è stata assicurata da un'”orchestra straordinaria” del micronido e della sezione “Primavera” con “Supercalifragilistichespiralidoso”: 22 bambini di appena 1-2 anni hanno calcato il palcoscenico, con il supporto di quattro insegnanti, usando strumenti realizzati con un lavoro di riciclo-creativo svolto dalle stesse docenti.

Grazie a un ottimo lavoro di squadra, l’equipe della “Città dei bambini” unita allo staff dell”Associazione culturale Archè ha realizzato la rappresentazione delle due classi della scuola dell”infanzia.

Il laboratorio di gioco-teatro condotto da Mary Correnti e dal suo team settimanalmente fin dal mese di febbraio per entrambe le classi, ha contribuito a preparare i bambini per l’aspetto della presentazione in scena. La scenografia è stata curata da Claudia Geranio oltre che dalla stessa Correnti, mentre ad occuparsi della coreografia sono state le maestre.

Il tutto sotto la supervisione di Genì Fontana, direttrice del Polo educativo per l’infanzia “La città dei Bambini”, Francesco Albano (responsabile del progetto “La città dei Bambini” di Misilmeri) e Gaspare Carandino (presidente di “Libera…mente”, capofila del progetto).

“La città dei Bambini”, selezionato dalla Fondazione impresa sociale “Con i bambini” nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile”, è realizzato nell’omonimo Polo educativo per l’Infanzia di Misilmeri (chiasso Dante Alighieri n. 10). Ha come capofila la cooperativa sociale “Libera…mente” e vede coinvolti tra i vari partner anche il comune di Misilmeri e la direzione didattica statale “Salvatore Traina”.

Regioni

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK