Educativa di Strada: una risposta al disagio giovanile

di

Il servizio di Educativa di Strada è nato a marzo del 2019 e vede una costante partecipazione di circa 20 ragazzi, inviati dai Servizi Territoriali, e di un numero rilevante, ma non quantificabile, di giovani agganciati in contesti meno formali, i quali si avvicinano in maniera spontanea ai nostri educatori per conoscere il servizio e partecipare alle attività proposte. Nei tre anni trascorsi si è strutturata un’ampia rete sociale costituita da tantissime realtà del territorio che interagiscono con il lavoro di strada. L’intervento territoriale cerca di accompagnare e sostenere i ragazzi nel loro percorso di vita, in risposta al continuo aumento di situazioni di disagio, rischio devianza e condizioni di marginalità sociale che spesso si palesano in fenomeni di dispersione scolastica.

Il servizio è stato strutturato, e continua ad essere coordinato, dalla Cooperativa Il Faro, ente capofila del progetto G.O.A.L.S., in sinergia con il Servizi Sociali Area Minori del Comune di Civitanova Marche, partner del progetto.

Visto l’impatto sociale positivo dell’intervento territoriale, sia l’Amministrazione comunale che l’Ambito Sociale Territoriale 14, hanno deciso di implementare il servizio in modo da garantire continuità e un maggior quantitativo orario a disposizione degli educatori di strada impegnati nell’attività.

Oltre agli educatori di strada, l’equipe operativa è formata da uno psicologo che, attraverso lo sportello di Ascolto Psicologico, supporta i giovani e i loro genitori. Tale attività si è rivelata fondamentale per confrontarsi e concordare le strategie educative migliori per ogni singola situazione e per coinvolgere i genitori su quelle che sono le loro ansie e paure, in modo da sostenerli nell’individuazione di strategie utili e mirate a rafforzare il proprio ruolo educativo.

Grazie alla rete dei servizi, delle organizzazioni e dei progetti che sostengono e interagiscono con il lavoro di strada, e grazie alla professionalità e alla proattività di tutta l’equipe, sono state organizzate numerosissime iniziative e collaborazioni per dare nuovi stimoli ai ragazzi.

A partire dall’iniziativa insieme all’Associazione Libera – contro le mafie, presidio di Ciro Colonna di Macerata, con l’obiettivo di andare a sensibilizzare i giovani sulla cittadinanza attiva attraverso azioni di riqualificazione urbana.

Altra collaborazione con l’associazione Auto Mutuo Aiuto di Macerata, in cui si stanno svolgendo gruppi di parola con gli adolescenti con l’obiettivo di creare un momento in cui i ragazzi possano sentirsi liberi di affrontare tematiche a loro sensibili. All’interno del gruppo è emersa la necessità di lavorare sul riconoscimento e gestione delle emozioni, per questo con psicologhe/psicoterapeute, si è iniziato un laboratorio sull’ intelligenza ed alfabetizzazione emotiva.

Vi è stato un incontro anche con il Gruppo Giovani della Croce Verde di Civitanova Marche, con il quale si è cercato di sensibilizzare ed ispirare i giovani ai principi del volontariato sociale e della cittadinanza attiva.

Su richiesta dei ragazzi ed a cura degli educatori di strada si sta svolgendo un cineforum per trattare differenti tematiche, dando così la possibilità ulteriore di confrontarsi attraverso dibattiti costruttivi.

L’equipe dell’educativa di strada sta continuando ad essere sempre in rete con gli Istituti Scolastici per essere coerenti con le azioni da svolgere con i giovani, appoggiandosi anche al CAG Kalimera e strutturando il servizio di aiuto compiti là dove necessario e richiesto.

Grazie all’aiuto di una volontaria, inoltre, si è avviato un corso di italiano con un gruppo di ragazzi, per andare a contrastare il gap linguistico.

E’ in programma un laboratorio di sensibilizzazione sui temi del pregiudizio e della discriminazione razziale, gestito da un arteterapeuta e da un educatore di strada, in collaborazione con il progetto SAI gestito dalla Coop. RES. In occasione i ragazzi verranno accompagnati presso il Centro Polifunzionale CreArea – Spazio Giovani di Porto San Giorgio, per svolgere l’attività insieme ai ragazzi di quel territorio.

Un’altra attività svolta da un’educatrice di strada è l’orientamento alla resilienza e educazione ai talenti, volta alla crescita personale e culturale dei ragazzi.

Sono in programma insieme all’Associazione Osservatorio di Genere di Macerata degli incontri per sensibilizzare i ragazzi sulle tematiche legate al bullismo e cyberbullismo e ai rischi ad essi collegati.

Continuano, inoltre, l’interesse per eventi condivisi con l’Associazione Sted di Civitanova Marche Alta.

In questi tre anni si è realizzata, con molta fatica, una struttura solida, organizzata e flessibile, ma soprattutto legami umani che stanno permettendo di sostenere e accompagnare concretamente molti giovani. Il progetto GOALS è però in dirittura di arrivo, ma ci auspichiamo che le Istituzioni, come già stanno facendo, continuino a credere al nostro servizio educativo in modo che possa percorrere ancora molta strada.

 

Regioni

Argomenti

Ti potrebbe interessare

Orienta-Menti: conoscere, comprendere e valorizzare i propri talenti

di

Si è da poco concluso il percorso di orientamento in cui ha visto coinvolti tutti i ragazzi della scuola secondaria di primo...

GOALS sbarca… all’Università!

di

Siamo ormai quasi al termine del primo anno di intervento e il progetto GOALS continua a mostrare i suoi frutti! La nostra...

Chesterton Gala… in diretta streaming!

di

Quest’anno, a causa della pandemia, la scuola libera G.K. Chesterton non ha potuto svolgere, come di consueto, il Chesterton Gala, l’evento più...