Il post-parto a domicilio

di

Intervista a Vanessa Masnada di Palazzago, mamma di un bimbo di 16 mesi

Come sei venuta a conoscenza del servizio?

Sono venuta a conoscenza del servizio attraverso le locandine che ho trovato in comune a Palazzago e presso il consultorio di Villa d’Almè.

Cosa ti ha spinto a contattarlo?

Ero alla prima esperienza di maternità volevo una figura professionale che mi seguisse nel post parto. Sono stata seguita dall’ostetrica Mery intorno a metà febbraio.

Ho contattato questo servizio perché mi sono resa conto che durante il periodo di gravidanza,  per la mamma ed il futuro bambino ci sono tutta una serie di attenzioni e servizi come: corso pre-parto, ginnastica in acqua, yoga in gravidanza. Tutti questi servizi dopo la nascita è come se svanissero. Il consultorio è l’unico servizio presente che affianca la mamma con le pesate ed i corsi massaggio.

Per me in quel periodo era importante avere una figura professionale al domicilio che mi seguisse fin da subito nell’allattamento al seno perché ci tenevo tanto ad allattare al seno il mio bambino e così è stato.

Avevi delle perplessità?

L’unico timore che ho avuto era di non riuscire a trovare con ostetrica del servizio empatia e condivisione sulle linee da tenere

Quale è stata la tua esperienza quale valore ha apportato alla tua relazione di cura con il tuo bimbo?

L’ostetrica Mery è molto professionale, è venuta in casa nostra davvero in punta di piedi. E’ stata molto empatica. C’è da dire che in quei giorni mi sentivo davvero smarrita completamente persa. Non volevo appoggiarmi ai consigli di familiari, perché ci tenevo che fosse un’ostetrica ad indicarmi le modalità migliori per allattare al seno il mio bambino.

L’ostretrica è venuta un paio di volte a casa mia alla dimissione dall’ospedale ed ha cercato di capire cosa stessi sbagliando. Le prime settimane per me sono state molto difficili perché G. non si attaccava al seno e pensavamo fosse dovuto ad un problema di frenulo. L’ostetrica ha preso a cuore il mio caso, nella prime due settimane ci sentivamo telefonicamente o per messaggio tutti i giorni perché voleva aggiornamenti.

Mi ha dato la forza e la determinazione di non mollare perché ero arrivata ad un punto in cui l’allattamento era diventato estenuante e volevo passare all’allattamento con biberon. Se non ci fosse stata Mery che mi guidava nella posizione e per il problema della mastite al seno, credo avrei mollato.

L’ostetrica mi ha dato quelle indicazioni giuste per superare i problemi. Ovviamente se non abbiamo rinunciato è stata grazie anche alla mia forza e quella di mio marito, ma essere stata seguita, guidata, ed incoraggiata fin dalla prima settimana per me è stato importante. Questo servizio è stato essenziale per portare avanti l’allattamento al seno, tant’è che anche adesso che ha 16 mesi lo sto ancora allattando.

Anche adesso quando la sento ringrazio molto Mery. È stato il mio angelo custode dei primi due mesi.

°

Il servizio Ostetrica a domicilio viene offerto dal Centro Famiglia Il Carpino e dalla Fondazione Angelo Custode (partner di Crescere insieme in valle).

°

Photo by Kelly Sikkemaon Unsplash

 

Regioni

Ti potrebbe interessare

0-6 in festa a Sant’Omobono!

di

FESTA delle famiglie con bambini-e 0- 6 ANNI IN VALLE IMAGNA Il 28 maggio sul percorso vita di Sant’Omobono Terme si è...

Un inizio…in salita

di

Non solo perché lavoriamo in due Valli, ma anche perché, a pochi mesi dall’avvio del progetto, gran parte delle attività è stata...

SUMMER LIFE 2020 [pillole d’estate]

di

Un racconto dell’estate — Il mese di luglio mi ha visto attivo nel contesto del “Summer Life 2020”presso l’oratorio di Piazza Brembana*,...