Un inizio…in salita

di

Non solo perché lavoriamo in due Valli, ma anche perché, a pochi mesi dall’avvio del progetto, gran parte delle attività è stata sospesa per via dell’emergenza COVID-19 in corso.

Pubblichiamo qui l’articolo scritto qualche settimana fa da Luca Betelli, responsabile del progetto ‘CRESCERE INSIEME IN VALLE’ per la cooperativa sociale AEPER, che ne è ente capofila.

 

***

Nascere e crescere in montagna è un privilegio. Vivere in montagna richiede un’aggiunta nello sforzo quotidiano dell’attraversare il tempo che ci è dato.

Il progetto Crescere Insieme in Valle è una grande opportunità per chi ha la fortuna di aver scelto di vivere in Valle Brembana e Valle Imagna, nell’attraversare gli articolati passaggi del divenire uomini.

Il fondo nazionale di contrasto alla povertà educativa, attraverso l’Impresa Sociale Con i bambini di Roma e il cofinanziamento della Fondazione della Comunità Bergamasca, degli Ambiti Territoriali vallari, il supporto del BIM e dei 20 partner, ha creduto nella progettazione scaturita dal percorso che i tanti attori sociali, nell’intero 2019, hanno realizzato.

È per questo che la scelta di destinare importanti risorse economiche alle due valli non ci ha stupiti ma sorpresi.

Contrastare la povertà educativa per noi significa provare a togliere tutti quegli ostacoli che impediscono al cittadino di crescere libero. La libertà è una questione comunitaria, condivisa, mai solamente individuale. Le azioni messe in campo in Valle Brembana e in Valle Imagna cercano, sin dalla nascita di un nuovo cittadino, di mettere a disposizioni strumenti e servizi che agevolino il percorso che le famiglie mettono in campo nell’accompagnarsi nella crescita dei figli.

Come previsto da Con i bambini, la Cooperativa sociale AEPER è l’ente capofila dei 20 partner coinvolti nella progettazione e gestione del progetto. Ad AEPER spetta il coordinare le azioni, gestire la complessa parte istituzionale, articolare le azioni, gestire la comunicazione, interagire con i soggetti pubblici delle due Valli, raccogliendo le nuove necessità, le nuove opportunità, riorientando – nel possibile – le azioni delle tre annualità è il nostro compito.

Gli Ambiti territoriali e nello specifico la Comunità Montana Valle Brembana e l’Azienda Speciale Consortile compartecipano alla regia delle azioni progettuali, accompagnati dallo sguardo attento della Fondazione della Comunità Bergamasca e del Bacino Imbrifero Montano. I 20 partner gestiscono direttamente le azioni grazie alle risorse messe a disposizione per la complessa progettualità.

Nasce un bimbo? L’ostetrica può esserti vicina e passare a casa tua per vedere come vanno i primi giorni con tuo figlio. Non restare soli nel crescere i bimbi è così importante che sin dai primi mesi – attraverso gli spazi gioco potenziati su diversi paesi della valle – è offerta la possibilità di confrontarsi con altre mamme, con i papà, anche in nuovi spazi pensati per le giovani famiglie, dove condividere la bellezza e la fatica del crescere un figlio. Per le madri è offerto su entrambi i territori lo scambio aperto tra le giovani madri con la supervisione di professionisti che incentivano e supportano il passare delle emozioni e delle competenze.

La scuola e l’extra scuola sono centrali nell’età dei primi passi autonomi. Le azioni di Crescere insieme in valle implementano le attenzioni e le opzioni attraverso gli oratori, gli Spazi Compiti, le attività laboratoriali dentro e fuori la scuola che sostengono e accompagnano l’orientamento, parte centrale dei percorsi di crescita dei ragazzi. Azioni innovative extra scolastiche, in stretta collaborazione con gli oratori e i vari operatori del sociale locali vengono proposte in contrasto al rischio di diffusione dei consumi sin dagli anni della Secondaria di primo grado.

Le associazioni sportive brembane continuano la pregevole esperienza di Una squadra per tutti, incentivando la partecipazione alle attività sportive di tutti i ragazzi e con l’attenzione particolare per i più fragili che a volte necessitano di un accompagnamento educativo per cogliere l’importante opportunità di aggregazione e animazione che lo sport offre.

Per gli adolescenti il rischio serio è l’isolamento. Le distanze importanti tra i paesi non vengono colmate da una chat sul telefono. Interagire, vivere, condividere, fare assieme sono gli obiettivi della presenza educativa nei laboratori offerti in alta Valle Imagna dalla Cooperativa Giovani Orme, nelle azioni degli educatori di AEPER in collaborazione con le parrocchie imagnine e nelle attività di Alchimia e Città del sole che implementano e allargano il raggio di azione dei Centri di Aggregazione Giovanile di Almenno San Salvatore e Almenno San Bartolomeo.

In Valle Brembana vengono attraversati quotidianamente gli Istituti Scolastici di Zogno, San Pellegrino Terme e San Giovanni Bianco, abitati dai ragazzi delle due vallate per creare occasioni di aggancio e conoscenza, per alimentare quelle relazioni che possono sfociare in nuovi protagonismi nei paesi di provenienza.

Per gli adulti spazi e tempi di formazione per tutte le fasce d’età sono pensati per implementare le competenze genitoriali e l’interazione con i vari soggetti che offrono possibilità alle famiglie e ai loro ragazzi: le polisportive, gli oratori, le scuole, le associazioni locali.

I ragazzi e le famiglie stanno partecipando con entusiasmo a quanto finora è stato offerto e così ci auguriamo anche per le iniziative che verranno promosse in primavera ed estate e nei prossimi anni.

 

Regioni

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK