Ma chi l’ha detto che l’inverno è noioso: colori, sapori e sensi tutti da scoprire

di

L’inverno si sa è una stagione dalle mille suggestioni per i bambini: i colori dell’alba e del tramonto che accompagnano lo scandire delle giornate, la brina mattutina che copre come un manto magico i tetti e le aiuole in città, la mamma che invoglia a fare presto nel prepararsi per entrare nel calduccio del nido dove le educatrici attendono i bambini con calore e generosi sorrisi che riscaldano i cuori delle mamme e dei bambini.
E nel pieno delle attività invernali si riscoprono con stupore e consapevolezza i cinque sensi.
La sensazione del freddo, ad esempio, è un’esperienza che ciascun bambino vive quotidianamente, quindi nel nido aiutiamo i nostri bambini a conoscere l’inverno a saper distinguere il caldo e il freddo. Coloriamo il ghiaccio: lavorare con il ghiaccio permette di utilizzare molteplici capacità sensoriali e sviluppare capacità di discernimento alternando stimolazioni tattili diversificate.
Ma non solo il tatto…particolarmente importanti sono anche i percorsi motori: percorsi che attivano la motricità, la coordinazione dei movimenti, lo sviluppo dell’equilibrio e l’ampliamento degli schemi motori.
Tra le tante e varie attività che il generale inverno stimola nei nostri piccoli utenti c’è anche la manipolazione di prodotti alimentari: ad esempio lo yogurt permette al bambino di vivere diverse sensazioni come il piacere di toccare, schiacciare, spalmare e assaggiare, sensazioni che stimolano e sviluppano capacità espressive, sensoriali e percettive del bambino.
Dunque non è vero che l’inverno sia poi così noioso…quanto meno non nei nostri nidi del progetto “Da casa al Nido e ritorno”.

Regioni

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK