Proiezione di GiantHurco, corto realizzato dai ragazzi dell’Istituto Comprensivo Bonghi di Napoli

di

lunedì 24 maggio ore 17:30

BELLA PRESENZA

Proiezione di GiantHurco, corto realizzato dai ragazzi e dalle ragazze della III E dell’Istituto Comprensivo Bonghi di Napoli

 

con Marco D’Amore, regista e attore, Duilio Giammaria, giornalista e conduttore RAI, Annamaria Palmieri, Assessore alla Scuola Comune Napoli, Luciano Stella, produttore cinematografico, Simona Rotondi, Impresa sociale Con i Bambini,Rossella De Feo, Dirigente IC Bonghi, Laura Della Porta, Docente IC Bonghi, Luca Lanzano e Marco Rossano che hanno condotto il laboratorio. Interverranno, saranno presenti e protagonisti i ragazzi e le ragazze della III E. Apre e coordina Andrea Morniroli, Cooperativa Dedalus e Bella Presenza

Napoli, 21 maggio. Neanche il Covid-19 può fermare la bellezza e la creatività. Iniziato nel 2019, interrotto a causa della pandemia, il laboratorio di narrazione audio-visiva, condotto da Luca Lanzano e Marco Rossano presso l’Istituto Comprensivo Bonghi di Napoli all’interno del progetto Bella Presenza”, selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, si è concluso con la produzione del corto “GiantHurco”. Il lavoro verrà presentato il 24 maggio alle 17:30 in un evento streaming alla presenza dell’attore e regista Marco D’Amore. Insieme a lui Duilio Giammaria, giornalista e conduttore RAI, Annamaria Palmieri, Assessore alla Scuola del Comune Napoli, Luciano Stella, produttore cinematografico, Simona Rotondi, Impresa sociale Con i Bambini, la dirigente dell’IC Bonghi Rossella De Feo Laura Della Porta, Docente dell’Istituto, i due operatori che hanno condotto il laboratorio e iragazzi e le ragazze della III E.

Dopo alcuni incontri di vera e propria alfabetizzazione audiovisiva, in cui hanno appreso i rudimenti del linguaggio cinematografico, studiato e discusso alcuni cortometraggi, affrontando gli argomenti trattati quali la migrazione, l’omosessualità, il bullismo, il gap tra le generazioni, i ragazzi e le ragazze della III E che hanno partecipato al laboratorio si sono cimentati nella realizzazione di una sceneggiatura e subito dopo hanno girato: chi dietro la telecamera, chi al microfono, chi ha scattato foto, chi è andato in scena.

Il corto rispecchia il loro vissuto, le loro esperienze di vita, o ciò che hanno osservato. Si compone di tre mini storie che si uniscono all’interno del quartiere Gianturco di Napoli. Un racconto per immagini che ha consentito ai ragazzi e alle ragazze di esprimersi, di dare una bella rappresentazione di sé, esorcizzando e affrontando le difficoltà che vivono nel quotidiano.

Bella presenza è un progetto che ha messo al centro del contrasto della povertà educativa la ricerca ostinata e la valorizzazione dei talenti e del protagonismo delle ragazze e dei ragazzi, che troppo spesso rimangono nascosti da racconti solo e sempre in negativo – afferma Andrea Morniroli, coordinatore del progetto. Il corto che sarà presentato lunedì è la prova evidente che la bellezza e le capacità sono ovunque, basta saperle cercare e offrire loro possibilità di esprimersi”.

Il progetto “Bella Presenza” si caratterizza proprio per mettere al centro la “bellezza” intesa come “bussola” che orienta eillumina l’agire pedagogico educativo, consentendo, anche dentro le fragilità, per dissodare risorse e produrre convivenza e inclusione, per trovare e valorizzare la “bella presenza” nascosta sia nelle storie scolastiche e familiari e nelle individualità di tanti giovani “scartati”, sia in territori prevalentemente spiegati attraverso le loro fragilità. Dall’inizio delle sue attività, sui tre territori in cui si realizza (Campania, Piemonte e Toscana), Bella Presenza ha coinvolto oltre 4.700 minori, di cui oltre 800 con cittadinanza non italiana, 520 BES, DSA, circa 400 appartenenti a famiglie in povertà. Hanno inoltre partecipato alle attività circa 1.500 nuclei famigliari, 1.700 insegnanti e educatori, 170 operatori e 15 enti del terzo settore, esterni alla partnership.

 

Il programma dell’evento qui.

 

La diretta dell’evento sarà trasmessa sulla pagina Facebook di Bella Presenza @progettobellapresenza.

Regioni

Ti potrebbe interessare

Bella Presenza: La rete campana tra campi di sovrapposizione e spazi di fiducia con le famiglie

di

“Ampliare gli spazi di fiducia e di considerazione reciproca tra i membri delle famiglie, i professionisti e le istituzioni.” Un pezzo di...

Bella Presenza: news dai territori

di

Pur nel contesto non privo di difficoltà, sono riprese su tutti i territori le attività portate avanti dalla comunità educante di Bella Presenza

Bella Presenza: un modo di intendere e costruire la comunità educante

di

Nella fase complessa che stanno vivendo le scuole in questo momento, il progetto Bella Presenza, che nei mesi del lockdown non si è mai fermato, sta immaginando forme di co-progettazione delle attività a partire dalle necessità e dai bisogni che presidi e docenti esprimono.

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK