Arteteca riparte dalla cultura

di

Il mondo della cultura è pronto a ripartire. Dal 18 maggio i musei, le biblioteche e le mostre potranno nuovamente riaccendere i motori. La ‘fase 2’ sarà l’occasione per riprogettare gli spazi culturali. Ci si prepara al nuovo modo in cui i visitatori approcceranno all’universo della cultura: dai comportamenti, alle abitudini, fino alle percezioni. Anche se, in tempi di Covid, il percorso museale non ha mai chiuso i battenti ma si è semplicemente trasferito online. Sono tantissimi i musei che hanno consentito, in questa fase, il cosiddetto ‘tour dal divano’. Cioè permettere ai visitatori di ammirare le opere d’arte attraverso il mondo dello streaming.

L’offerta online

Di fatto è stata aumentata l’offerta online per aiutare anche le persone a non soffrire troppo la quarantena. Quindi un nuovo tipo di pubblico, quello multimediale, che affiancherà quello reale. Fruitori completamente diversi che i musei saranno chiamati a soddisfare parallelamente ma con una strategia comune: adattare l’offerta museale ai ‘nuovi’ visitatori. Insomma l’arte, dal punto di vista culturale, come bene di prima necessità.

Le nostre ludoteche

In questo scenario si proiettano anche le sedi delle nostre ludoteche: il Pio Monte della Misericordia e il Museo Archeologico dell’Antica Capua (MAAC) di Santa Maria Capua Vetere. Quest’ultimo, inoltre, si è posizionato al terzo posto in Italia per contributi pubblicati su Facebook, secondo uno studio pubblicato da “Il Sole 24 ore”, il quale ha incrociato i dati sull’aumento dei canali social da parte delle Istituzioni culturali e il numero medio del loro post mensili. (Fonte: Politecnico Milano, Osservatorio Innovazione Digitale nei Beni e Attività, 16 aprile 2020). Ai primi due posti il Museo Archeologico Nazionale di Napoli e il Museo Etrusco di Villa Giulia di Roma.

Il MAAC al terzo posto

“Un risultato che premia il lavoro dell’intera squadra di Promozione e comunicazione della Direzione e gratifica il gruppo di promozione e valorizzazione del circuito archeologico dell’antica Capua, che ha aperto la sua pagina Facebook nel 2015 passando a 5771 like e 5870 followers nel 2020. (fonte: caserta24ore.altervista.org/). L’Anfiteatro Campano è stato inserito, nella giornata di sabato 4 aprile 2020, dal Ministero dei Beni Culturali nella campagna “Gran virtual tour”.

I contenuti multimediali Arteteca

Sui canali del MAAC sono stati pubblicati anche i contenuti multimediali realizzati dalle operatrici di Arteteca per la didattica a distanza. Filmati in cui sono affrontati diversi temi e che saranno utili per fornire, ai piccoli, gli strumenti per realizzare tante attività: da laboratori a distanza, ricette dell’Antica Roma e altro ancora.

Regioni

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK