Caravaggio a misura di bambino

di

Caravaggio a misura di bambino. Dopo poco meno di tre mesi si è conclusa la mostra su Michelangelo Merisi da Caravaggio al Museo di Capodimonte e al Pio Monte della Misericordia. Una mostra che ha riscosso tanto successo e che i bimbi di Arteteca hanno avuto il privilegio di poter ammirare da vicino. In particolare “Le sette opere di misericordia”. Dipinto presente all’interno della chiesa del Pio Monte e inserito all’interno del circuito della mostra ha ispirato le creazioni dei bambini della ludoteca.

I laboratori

Laboratori, sotto la supervisione di Loredana Gazzara e di Valeria Valerio. I nostri piccoli artisti, si sono cimentati in riproduzioni dei quadri esposti all’interno della quadreria del Pio Monte della Misericordia. Quasi inconsapevolmente i bambini hanno potuto ammirare, quasi tutti i giorni, un’opera che turisti italiani e stranieri sono venuti a contemplare da da ogni parte del mondo.

La mostra

“Caravaggio Napoli” è il titolo della mostra, a cura di Maria Cristina Terzaghi e Sylvain Bellenger, che si è conclusa da pochi giorni. L’idea è stata quella di esplorare il periodo napoletano dell’artista. A partire dai 18 mesi in cui Caravaggio è vissuto in città. Il primo soggiorno è databile tra l’ottobre del 1606 e giugno del 1607. In questi nove mesi furono realizzati capolavori straordinari e ben documentati. Come “le Sette opere di Misericordia”, la “Flagellazione” attualmente al Museo di Capodimonte. Dopo i suoi viaggi a Malta e in Sicilia, l’artista ritornò a Napoli, capitale del Viceregno spagnolo, nell’ottobre del 1609 e vi rimase fino all’estate successiva. Anche durante il secondo periodo napoletano il maestro lombardo dipinse opere di primaria importanza. Tra cui il “Martirio di Sant’Orsola” (Napoli, Palazzo Zevallos Stigliano) e il “San Giovanni Battista” (Roma, Galleria Borghese).

I capolavori

Al museo di Capodimonte sono state 6 le opere dell’artista ammirate, provenienti da istituzioni italiane e internazionali. Inoltre 22 quadri di artisti che ne registrano immediatamente la novità venendone travolti, con soggetti ricorrenti nei dipinti del Maestro. La settima opera della mostra, come detto, è stata possibile ammirarla nella chiesa del Pio Monte della Misericordia.

Regioni

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK