Interazione che genera integrazione

di

Il progetto ha proposto azioni rivolte alle famiglie e agli alunni della scuola dell’infanzia “Campi” del Quinto Circolo di Alessandria.

L’eterogeneità dei paesi di provenienza delle famiglie ha permesso di organizzare un percorso di esperienze volto a favorire la conoscenza e l’interazione fra le diverse culture.

Il percorso formativo “Con te, verso di me”, realizzato con la collaborazione della Dott.ssa Francesca Brancato, rivolto ai genitori, ha avuto come finalità principale  la narrazione di sé e il confronto reciproco. Il metodo autobiografico utilizzato ha permesso ai genitori di raccontare il proprio vissuto, riflettendo sulla propria infanzia e sulle proprie competenze genitoriali. Sono stati proposti stimoli per facilitare il recupero dei propri ricordi ed il riconoscimento della propria unicità, favorendo la conoscenza reciproca. Il percorso formativo ha fornito la possibilità ad alcuni genitori stranieri di esprimere i bisogni, le fragilità rispetto al proprio ruolo genitoriale, le difficoltà familiari e sociali, sperimentando un clima di vicinanza educativa, umana ed emotiva.

Il confronto tra genitori ha favorito la creazione di relazioni di aiuto reciproco e di collaborazione. L’organizzazione di incontri formativi di questo tipo a scuola rappresenta una valida occasione per “fermarsi” e riflettere sulla ricchezza della propria identità (culturale ed emotiva), sulle proprie competenze e, quindi, offrire ai propri figli maggiori opportunità educative, con ottimali sinergie fra scuola e famiglia.

Il percorso laboratoriale “Come te… diverso da me”, realizzato con la collaborazione della Dott.ssa Elena Bongiovanni, rivolto agli alunni, ha avuto come finalità principale lo sviluppo della capacità di riconoscersi come individui unici, facenti parte di un gruppo per valorizzare le molteplici diversità. Sono stati proposti racconti, attività grafico pittoriche, con la musica, manipolative per favorire la libera espressione, la conoscenza di sé e dell’altro, nel rispetto reciproco. L’incontro conclusivo, ha visto partecipare e la collaborare genitori e bambini per condividere l’esperienza vissuta, tramite la visione di un video e la realizzazione del cartellone dell’albero emotivo, in cui ciascuno ha potuto scrivere il proprio simbolo o una parola significativa. Ogni soggetto coinvolto ha avuto un ruolo attivo nella costruzione del progetto, contribuendo alla costruzione di una rete di reciproco sostegno emotivo e sociale di grande significato.

Per informazioni

– tel 0131/344774 fax 0131/348297

– email: alee00700b@istruzione.it

– posta elettronica certificata: alee00700b@pec.istruzione.it

Regioni

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK