Da un bambino alla città intera: la Marcia per la Pace di Novara

di

Ormai da anni aprile è conosciuto a Novara come il mese della Marcia per la pace, evento attesissimo da tutti i bambini delle scuole primarie della città.  Questa iniziativa nasce qualche anno fa, quando in un pomeriggio della Scuola Della Pace – il doposcuola incluso in Valori in Circolo –  durante i momenti di confronto su temi di attualità che i volontari di ViC incentivano nel doposcuola, un bambino di 9 anni propose ai giovani volontari e ai suoi compagni di scendere in piazza per manifestare per la pace e mostrare il nostro dissenso alla guerra

La sua proposta è stata accolta con grande entusiasmo sia dagli altri bambini del doposcuola, che hanno preparato dei cartelli contro la guerra, che dai giovani volontari di ViC, che ci sono impegnati nell’organizzazione. La prima marcia per la Pace si è tenuta nella piazza principale del quartiere popolare di Sant’AgabioDopo un primo grande successo poi, i giovani volontari l’hanno riproposta anche nel quartiere di Sant’Andrea dove si trova l’altro doposcuola solidale e l’anno successivo, con l’obiettivo di coinvolgere tutti i bambini di Novara, hanno pensato di allargarla a tutte le scuole coinvolte in ViC e anche quelle non ancora raggiunte dal Progetto. Grazie all’aiuto degli insegnanti coinvolti in ViC e di tanti istituti scolastici di Novara, in pochi anni sempre più bambini hanno preso parte all’iniziativa, fino a contare i 1200 di quest’anno. 

L’edizione del 2023 della Marcia Per La Pace dei Bambini si è tenuta il 19 aprile presso il giardino dell’Università Del Piemonte Orientale. Tanti bambini già conosciuti grazie ai social workshop nelle classi e invitati alle Scuole della Pace hanno portato cartelloni colorati e hanno sfilato con grande gioia. Durante la manifestazione dal palco che i volontari avevano allestito sono intervenute diverse persone, tra cui una giovane ragazza ucraina e un anziano che ha raccontato il dolore della seconda guerra mondiale vissuta in prima persona.  Infine, grazie ad un collegamento è intervenuta Olya, volontaria di Sant’Egidio Ucraina, che con le sue parole ha fatto riflettere e commuovere i presenti.

Infine, i giovani volontari hanno colto l’occasione della Marcia Per La Pace Dei Bambini per invitare i presenti alla mostra “Facciamo Pace?” una mostra in cui sono esposti i disegni ed i racconti dei bambini che hanno vissuto le guerre. A questi lavori si sono aggiunti quelli dei bambini delle Scuole Della Pace di Novara, che hanno lavorato in prima persona a diverse installazioni inerenti ai pannelli e che ora sono in esposizione. 

La mostra e la Marcia per la Pace dei Bambini mostrano come parlare ai bambini di temi importanti e di attualità li stimoli a porsi delle domande e a proporre delle soluzioni; Valori in Circolo crede infatti che la povertà educativa si combatta soprattutto così, non solo aiutando i bambini con i compiti, ma anche coinvolgendoli e facendo loro sognare un mondo più bello. Un mondo che sia costruito anche grazie al loro prezioso tocco.

 

Ti potrebbe interessare

Una rete di solidarietà a Milano per contrastare la dispersione scolastica

di

Sono mesi di attività intensa alla Scuola della Pace di Milano; le richieste di sostegno scolastico per i minori aumentano e con queste gli...

La Summer School, il seminario residenziale e giorni al Museo: l’amicizia non va in vacanza con Valori in Circolo!

di

A Milano, la Summer School organizzata dai volontari di Valori in Circolo insieme con i ragazzi delle scuole partner “Carducci” e “Oriani Mazzini” hanno...

“Ascoltatemi: per me la pace è una cosa importante!” – i bambini di Valori in Circolo scrivono al Segretario Generale dell’ONU

di

“Ascoltatemi: per me la pace è una cosa importante!”. Sono le parole di Sara contro la guerra in Ucraina, raccolte dai Giovani...