Un Aprile all’insegna dell’inclusione e dell’amicizia: Valori in Circolo costruisce una nuova Milano di solidarietà

di

E’ stato un Aprile ricco di iniziative a Milano: i giovani volontari di Valori in Circolo hanno infatti organizzato numerosi eventi all’insegna della pace e dell’inclusione, della solidarietà e dell’amicizia. In questo hanno potuto anche contare sull’aiuto di tanti nuovi ragazzi, che si sono uniti grazie alla sigla di un PCTO con il loro liceo, lo scientifico “Vittorio Veneto“. Dopo il primo social workshop in classe, i ragazzi hanno infatti partecipato a varie social experiences con CSE Milano. Hanno visitato la Scuola della pace, dove hanno conosciuto e svolto un’attività presso l’orto realizzato dai bambini del doposcuola; hanno passato un pomeriggio con gli anziani di un quartiere periferico tra musica e balli; si sono infine trattenuti alla scuola d’italiano dove hanno conosciuto gli studenti stranieri e i profughi, con cui hanno parlato a lungo. Nel corso di tutte queste iniziative, i ragazzi del Vittorio Veneto sono rimasti impressionati e sono stati profondamente colpiti dal clima caldo e accogliente; l’incontrarsi, il diventare amici in così poco tempo nonostante le storie personali così diverse, il capire insieme come immaginare e realizzare cambiamenti personali e sociali, hanno insegnato loro molto e li hanno lasciati visibilmente felici.
In occasione della Domenica delle Palme, poi, i giovani volontari hanno raggiunto la periferia della città per portare a tutti un messaggio di Pace: i bambini, i giovani, gli anziani e gli amici stranieri di vecchia data hanno preparato e distribuito insieme gli ulivi come simbolo di pace portandoli in tutto il quartiere periferico. Anche questi sono stati momenti toccanti fatti di incontri commoventi e di amicizia.
Infine, in occasione del digiuno del mese di Ramandan, i giovani volontari di Valori in Circolo hanno voluto partecipare all’interruzione del digiuno quotidiano dei loro amici musulmani : il 17 aprile nella sede ” Living Together” della Comunità di Sant’Egidio di Corvetto, è stato infatti festeggiato l’Iftar – l’interruzione del digiuno – con 300 invitati, musulmani e non. Il banchetto è stato preceduto dalla preghiera degli amici musulmani e quella dei cristiani, tenuta contemporaneamente in due posti separati ma vicini. A questo incontro sono venuti tanti bambini e ragazzi seguiti dai volontari di ViC insieme alle loro famiglie. Questo gesto congiunto è stato voluto per mandare un messaggio di pace e solidarietà a tutta la città, per mostrare che è possibile costruire una città inclusiva che sappia vedere nelle differenze culturali un prezioso arricchimento. Un modo perchè i valori su cui si basa il Progetto si mettano in circolo in tutta Milano.

Ti potrebbe interessare

Bambini e migranti: i volontari di ViC incontrano i piccoli ospiti del campo profughi di Schisto

di

Un pensiero da portare nel cuore e un pensiero su cui riflettere: sono i souvenir che i volontari di ViC di Roma...

Appuntamento con la Memoria. Edith Bruck agli studenti: “Migliorare il mondo dipende da noi”

di

Edith Bruck, scrittrice e poetessa sopravvissuta ad Auschwitz, ha incontrato studenti di tutta Italia, in collegamento online da Sant’Egidio. L’iniziativa dell’8 febbraio...

“Anche se io vado li per loro  per insegnare, sono anche loro che insegnano qualcosa a me”: i ragazzi dei licei di Napoli raccontano la loro esperienza con ViC

di

A giugno, le scuole chiudono e iniziano le vacanze. Tuttavia, per molti bambini, soprattutto quelli più a rischio povertà educativa, questo periodo...