Percorsi per l’integrazione

di

Il progetto “ Genova—Un Ponte verso il futuro” si rivolge principalmente ai ragazzi dagli 11 ai 15 anni ma l’ambizioso obbiettivo di contrastare la povertà educativa si raggiunge  anche con iniziative specifiche per gli adulti, soprattutto mamme di origine araba.

La prima è il corso di italiano, con nozioni base, senza il rilascio quindi di alcun diploma, che si svolge a cura della cooperativa Lanza Del Vasto nella sede di Villa Ronco: una ventina le iscritte.

Più o meno le stesse donne hanno iniziato a frequentare il laboratorio di cucito,  sempre a Villa Ronco, coordinato  anche da Fey y Alegria Genova, con Mercy Mera e Ketty Zamora, che ha messo a disposizione materiale vario, compresa una macchina Singer.

Sono dieci appuntamenti di due ore, dalle 10.00 alle 12.00, fino all’inizio di maggio.

Fondamentale l’aiuto della mediatrice culturale di Lanza Del Vasto, Hindi Hallami, che supporta anche Chiara Longo e Denise Bonomo nel corso di italiano.

Sono donne molto giovani  prevalentemente  di nazionalità marocchina, arrivate da pochi mesi a Genova, originarie non delle grandi città ma di zone di campagna, che non capiscono né parlano  l’italiano con tutti i problemi che ne conseguono. Se dialogano lo fanno con le loro connazionali, quasi sempre restano a casa- dice Hindi Hallami – non essendo in grado di andare a fare la spesa, di andare alla Posta o in un ufficio per qualsiasi pratica di tipo burocratica,  di  sostenere un colloquio con gli insegnanti dei loro figli a scuola. In casa i televisori sono sintonizzati  spesso  su canali arabi. Bisogna muoversi con molta attenzione, cautela e diplomazia, magari inserendo qualche battuta per farle ridere, cercando di spiegare  loro che se acquisiscono un po’ di autonomia, oltre ad una  minima realizzazione di se stesse, ne beneficia la famiglia nel suo complesso, in particolare il marito che  nella famiglia ha un ruolo preminente”.

Partner del progetto “ Genova- Un ponte verso il futuro” è anche la  cooperativa Arti & Mestieri che propone consulenze per i genitori che cercano un’occupazione nell’ambito del programma Gol (un’azione di riforma prevista dal PNRR  per riqualificare i servizi di politica attiva del lavoro): anche qui il ruolo della mediazione culturale è di fondamentale importanza.

Regioni

Ti potrebbe interessare

Festa per la presentazione del logo

di

Una bella festa con divertente caccia al tesoro negli splendidi spazi esterni di Villa Ronco a Sampierdarena ha fatto da cornice alla...

“Un’Estate in Villa”

di

Entra nel vivo “Un’Estate in Villa”, il ricco calendario di attività proposto gratuitamente dalla cooperativa sociale “Lanza del Vasto” che avrà come...

Formare cittadini del mondo

di

Ad ottobre, grazie al fondamentale contributo del Municipio Centro Ovest, Fey Alegria Genova ha inaugurato la nuova sede in Corso Martinetti 176...