Il tutor di resilienza per gli orfani speciali: un riferimento dopo la tragedia

di

“Gli orfani di crimini domestici sono orfani due volte: hanno perso la madre e il padre e la speranza di poter vivere una vita serena”

Così spiega Valter Di Palma, tutor di resilienza del progetto Respiro in Basilicata, in questa video intervista raccolta da Cestrim Onlus. Ma cosa fa un tutor di resilienza? In che modo sostiene gli orfani nel loro difficile percorso di reinserimento?

Il tutor è una figura trasversale che affianca orfani e careviger nell’affrontare i diversi aspetti della vita dopo la tragedia, gli aspetti legali, economici, scolastici e sociali. Sia che il dramma sia appena avvenuto sia che siano già trascorsi degli anni.  Una persona di riferimento fondamentale per riavvicinarsi lentamente alla “normalità”.

Guarda la video intervista

 

Regioni

Argomenti

Ti potrebbe interessare

Prendersi cura dei piccoli orfani: la testimonianza di Adriana e Luigi Formicola

di

“Nella tragedia il nostro primo pensiero è stato quello dei bimbi, il piccolo aveva solo 19 mesi e il grande 4 anni”...

In Basilicata sottoscritto il protocollo con il Garante dell’infanzia e dell’adolescenza

di

Fare rete: è uno dei principali obiettivi del progetto Respiro.  Per questo, nelle scorse ore, è stata ufficializzata la sottoscrizione di un...

Child Safeguarding System: la tutela dei minori al centro

di

Tra gli obiettivi del progetto Respiro in sostegno degli orfani di vittime di crimini domestici, selezionato da Con i Bambini nell’ambito del...