Il progetto Respiro ”in campo” per la Partita con il cuore

di

Il ricavato è stato devoluto in ricordo di Angela Ferrara, la poetessa uccisa nel 2018 dal marito

Un’occasione per sensibilizzare sul delicato e importante tema della violenza di genere ma anche una iniziativa per aiutare concretamente gli orfani speciali: sono stati questi gli obiettivi della
”Partita con il cuore”, organizzata a Senise, nella provincia potentina in Basilicata, dall’associazione ”Il Girasole”, assieme a tutta una serie di partner istituzionali e non.
E proprio l’iniziativa senisese è stata rinnovata occasione per parlare del progetto Respiro, che in Basilicata vede come partner di progetto il Ce.St.Ri.M.
La partecipazione è stata utile non solo per diffondere in maniera immediata e in uno spazio dedicato al tema del contrasto al femminicidio, le finalità della rete Respiro, ma anche per raggiungere il mondo istituzionale chiamato a partecipare attivamente a questa rete con la sottoscrizione dei protocolli d’intesa. Presenti, infatti, oltre 13 sindaci del territorio, tra cui il primo cittadino del Comune capofila dell’Ambito sociale di zona con il quale il team lucano ha già intrapreso una interlocuzione operativa per la sottoscrizione dei protocolli.

 

Parte centrale dell’iniziativa è stato il ricordo di Angela Ferrara, la poetessa 31enne uccisa dal marito il 15 settembre del 2018 a Cersosimo, un piccolo paese della provincia di Potenza, a pochi chilometri da Senise. L’amore per la cultura di Angela, la sua passione per la scrittura e per tutte le iniziative dedicate soprattutto ai bambini, hanno portato i promotori dell’iniziativa senisese a organizzare un evento in cui le grandi protagoniste sono state le scuole di ogni ordine e grado del territorio, rappresentate da oltre mille studenti sulla tribuna dello stadio comunale. In campo la sfida tra alcuni membri della Nazionale Italiana Attori e la squadra degli ”Amici della panchina rossa”. Il ricavato della vendita dei biglietti sarà devoluto alla famiglia di Angela

Regioni

Ti potrebbe interessare

Orfani di femminicidio: la ministra Lamorgese incontra i responsabili dei progetti nazionali

di

Il tema degli “orfani speciali” è arrivato sul tavolo del Ministero dell’Interno. Giovedì 7 aprile 2022 si è tenuto un importante incontro...

Le Doti Educative come intervento psicosociale

di

Nel pieno della fase operativa del progetto Respiro in sostegno degli orfani di vittime di femminicidio, selezionato da Con i Bambini nell’ambito del...

Prendersi cura dei piccoli orfani: la testimonianza di Adriana e Luigi Formicola

di

“Nella tragedia il nostro primo pensiero è stato quello dei bimbi, il piccolo aveva solo 19 mesi e il grande 4 anni”...