Didattica musicale a distanza: “Picchia picchia la porticella”, la ballata sull’amore proibito

di

Nel video di oggi dedicato alla didattica musicale a distanza, vi presentiamo “Picchia picchia la porticella”: una ballata, ovvero una storia raccontata con la musica e il canto… una storia d’amore della tradizione abruzzese.
 
La ballata racconta la storia di una bella fanciulla che, aprendo la porta di casa, riceve un bacio dal suo fidanzato. La mamma, accorgendosi dell’accaduto, la rimprovera dicendole che tutti avrebbero parlato male di lei. La ragazza allora chiede perdono al confessore ma non farà la penitenza che l’avrebbe costretta a lasciare il suo innamorato.
 
Ascoltate la voce di Graziella Guardiani accompagnata dalla chitarra di Carlo Di Silvestre. E continuate a seguirci perchè presto arriveranno i video di organetto, tamburi e zampogna con Guerino Marchegiani, Francesco Tassoni, Fabio Di Gabriele e Francesco Sabatini.

Picchia picchia la porticella, ballata sull'amore proibito

Nel video di oggi dedicato alla didattica musicale a distanza, vi presentiamo "Picchia picchia la porticella": una ballata, ovvero una storia raccontata con la musica e il canto… una storia d'amore della tradizione abruzzese. La ballata racconta la storia di una bella fanciulla che, aprendo la porta di casa, riceve un bacio dal suo fidanzato. La mamma, accorgendosi dell’accaduto, la rimprovera dicendole che tutti avrebbero parlato male di lei. La ragazza allora chiede perdono al confessore ma non farà la penitenza che l’avrebbe costretta a lasciare il suo innamorato.E picchia picchia la porticellaquella è la bella che mi viene a’ ‘prì,e picchia picchia la porticellaquella è la bella che mi viene a’ ‘prìE con le mani aprì la portae con la bocca mi donò un bacinE ma i baci son troppo fortee la sua mamma li sindòO fija fija che cosa fai,il mondo intero dice mal di teIo non m’imborta che il mondo parla,io voglio amare a chi vuol bene a meO mamma mamma portami in chiesa,portami avanti al confessorConfesso tutti i miei peccati,pure l’amore che m’ha baciatëLa penitenza che lui m’ha datëè di lasciare il mio primo amorLa penitenza io non la faccio,mio prim’amore io non lo lascjëAscoltate la voce di Graziella Guardiani accompagnata dalla chitarra di Carlo Di Silvestre. E continuate a seguirci perchè presto arriveranno i video di organetto, tamburi e zampogna con Guerino Marchegiani, Francesco Tassoni, Fabio Di Gabriele e Francesco Sabatini.Con i Bambini Istituto Internazionale del Teatro del Mediterraneo – Sezione Italiana Scuola Verde Teramo Children Cineforum Teramo Associazione "A Piccoli Passi"

Pubblicato da Progetto "Radici" su Mercoledì 18 marzo 2020

Regioni

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK