DAJE UN PO’ – SCUOLA POP – PRIMI TRE INCONTRI AD ARDEA

di

INCONTRO UNO – 20/01/2021 –  durata 2H

Il primo incontro del 20 Gennaio si è tenuto nella classe II B dell’Istituto Comprensivo Ardea Uno.
La classe ci attendeva impaziente. L’incontro è stato focalizzato sul tema del teambuilding e con piacere abbiamo trovato un gruppo classe unito e collaborativo: l’entusiasmo dei ragazzi era vivo e hanno partecipato tutti con grande presenza. Dopo aver spiegato ai ragazzi il programma, segnalato loro numero di incontri e argomenti che tratteremo, siamo passati ad alcuni giochi e attività che mirano al potenziamento delle dinamiche di gruppo. In particolare, è stata proposta un’attività basata sul photolangage: una metodologia di gruppo che consente di raccontarsi e di esprimersi attraverso la scelta di un’immagine.

L’incontro intero può essere riassunto dal messaggio meraviglioso lanciato dall’ultima ragazza che ha preso parte all’attività, che si è alzata dicendo:

“Scelgo questo stormo di uccelli perché vanno tutti nella stessa direzione e nessuno è lasciato indietro, come in una squadra” “E poi scelgo questo papavero in un campo di grano perché anche se è diverso da tutto il resto è accolto così com’è e abbracciato”

 

Un viaggio meraviglioso è appena iniziato.

 

INCONTRO DUE – MERCOLEDì 27/01/2021 – durata 2H

Il secondo incontro del 27 Gennaio è stato centrato sul tema dell’autostima. L’incontro si apre con la presentazione del progetto, i questionari per i due assenti e l’attività di “fare memoria” dell’incontro precedente attraverso le tracce condivise tramite l’uso dei post-it.
La classe partecipa con molto interesse. L’attività centrale, proposta a partire dallo spunto di Doctor Jekyll e Mister Hyde, consente, nel rispetto delle normative anticovid, un’esplorazione della percezione della propria autostima, scoprendone, in una fase successiva, l’interconnessione con dinamiche gruppali. Alcuni difetti vengono così trasformati dalla riflessione in gruppo, ponendo al centro la dimensione dell’autoaccettazione, decostruendo la dicotomia positivo/negativo e garantendo spazi di accoglienza per i vissuti individuali più complessi. Si conclude realizzando un cartellone con quanto attraversato, come deposito dell’esperienza e punto di partenza per il terzo incontro.

INCONTRO TRE – MERCOLEDì 17/02/2021 – durata 2H

Incontrarsi dopo una pausa di due settimane è stato strano; il Covid è vicino, vicinissimo, dentro le classi e le scuole, anche dentro il corpo di un’alunna, imponendo una sospensione delle attività in presenza. Si spiega agli alunni come sia arrivato un invito a far svolgere il progetto in DAD e questo è lo spunto per notare differenze tra comunicazione di persona e mediata da un device tecnologico.
Eccoci, quindi, al tema dell’incontro odierno: Ascolto Attivo. Un’espressione, inizialmente esplorata attraverso un brainstorming che conduce verso due role play animati dai conduttori con delle rappresentazioni, pensate come proprie dell’esperienza dei ragazzi. Nella prima un genitore si mostra non in grado di sentire le difficoltà scolastiche della figlia, nella seconda un ragazzo fa una confidenza ad una sua amica che però si mostra scostante. Il gruppo è attento e riesce a lavorare, ogni ragazzo si attiva dapprima autonomamente, poi in una modalità di condivisione, nell’individuazione delle caratteristiche del non ascolto. Per identificare quindi le caratteristiche dell’ascolto attivo si transita attraverso la scrittura su due cartelloni e la riproposizione delle scenette con l’aggiunta di doppiaggi rispetto al vissuto dei personaggi. Questi ultimi sono diventati dei consigli per rappresentare l’evoluzione di quanto rappresentato, trasformando, grazie al gruppo, un esempio di non ascolto in uno di ascolto attivo.

Alcuni alunni sono già in grado di notare caratteristiche più raffinate del fluire comunicativo; emerge il tema dell’empatia e del conflitto, come se la classe già sentisse il desiderio di proseguire nell’incontro successivo.

Un progetto di:
Co2 Crisis Opportunity Onlus, Associazione Community Organizing Onlus, Associazione Spazio x Roma, Interazione Urbane, CalcioSociale, Scuola Pop Tor San Lorenzo, Eutropian, Cooperativa Ulis

Regioni

Ti potrebbe interessare

Periphery Organizing – Si parte!

di

Luglio 2020. Ci siamo, prima riunione dal vivo, dopo tanto tempo ci vediamo per parlare fuori da uno schermo. Il sole è...

Eutropian – Politica

di

Nell’ambito del progetto Periphery Organizing con Eutropian si pone al centro dello sviluppo dei ragazzi l’uso delle politiche collaborative favorendo processi partecipativi...

Facciamo il punto della situazione, anzi il punto e virgola

di

Nel mese di maggio il percorso con i ragazzi e le ragazze dell’I.S. Edoardo Amaldi è proseguito parlando di ascolto attivo e...

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK