Tor più Bella e Interazioni Urbane

di

ll 29 settembre 2020 siamo andati a conoscere da vicino Tor più Bella e il territorio in cui opera, Tor Bella Monaca per poi chiudere il percorso con un workshop condotto da  Interazioni Urbane .
Le amiche di Interazion Urane ci hanno fatto trovare una mappa del percorso dove annotare punti di forza e debolezza che avremmo incontrato nella nostra camminata per lavorarci insieme nella seconda parte della giornata.

Andrea Colafranceschi e Noemi Dicorato, ci accompagnano in questa passeggiata.

La visita inizia sulla pista ciclabile dietro Via dell’Archeologia. Il territorio è gestito da più associazioni, tra cui il Municipio, la Comunità di Sant’Egidio e la Cooperativa sociale La Rosa dei Venti. Continuando la visita abbiamo modo di vedere dove forse sorgerà Il museo delle periferie.

L’agro romano in cui ci troviamo è recintato in quanto spazio privato appartenente alla Tenuta Vaselli. Ci troviamo alla tappa numero 5 e ci stiamo avvicinando alla 6. La Tenuta Vaselli è famosa anche per avere al suo interno resti di acquedotti ed altri beni archeologici. Ci dirigiamo verso la Via Gabina, tracciato di origine Repubblicana, da una parte ricoperta di fango mentre dall’altra di lastre di basalto ovvero pietra gabina. Qui un signore modellista fa archeologia didattica e ricostruisce la strada romana in scala facendo giocare i bambini. A volte hanno luogo monologhi teatrali al tramonto.


Proseguiamo verso Piazza Castano dove d’estate viene organizzato il cinema in piazza insieme ad alcune associazioni del territorio. Al punto 7 della mappa, alla cosiddetta Grotta del buco, utilizzata per il consumo di eroina e situata dietro la scuola, non andiamo, siamo di fretta, ci fermiamo spesso per confrontarci rispetto agli spazi che attraversiamo, cosa accade nel mentre intorno a noi? Parliamo di un bene archeologico del quartiere ancora inesplorato. Si pensa sia un pezzo di acquedotto o una cisterna romana. Difficile l’accesso visto l’utilizzo del luogo. Lo spaccio è un problema enorme in questo quartiere. Un altro fenomeno importante e molto difficile da sradicare è quello della “retta”, persone che detengono per conto terzi armi, soldi o sostanze stupefacenti in cambio di un guadagno economico.

Continuiamo a camminare sotto lo sguardo attento e sfuggente dei passanti.

Arriviamo in chiusura davanti alla Melissa Bassi, uno degli istituti partner del progetto nonché la scuola più problematica del quartiere.
Noemi e Andrea ci raccontano la scuola, come funziona la vita dei ragazzi nel quartiere e che ripercussione ha verso il percorso scolastico.

Una merenda ci aspetta dove poi insieme a Elisa Maceratini e Elena Lucia di Interazioni Urbane ripercorreremo la mattinata provando a trasformare gli aspetti problematici in opportunità per il territorio, e sono tantissime quelle che ci vengono in mente.


Ve lo raccontiamo presto.

Periphery Organizing è un progetto di:
Co2 Crisis Opportunity Onlus, Associazione Community Organizing Onlus, Associazione Spazio x Roma, Interazione Urbane, CalcioSociale, Scuola Pop Tor San Lorenzo, Eutropian, Cooperativa Ulis

Regioni

Ti potrebbe interessare

Rappresentare l’autostima

di

Secondo Incontro – 18/12/2020 L’incontro di oggi vede come protagonista l’autostima! Dopo un gioco di attivazione energetica che diverte e coinvolge l’intera...

Beni comuni, rigenerazione urbana, cambiamento climatico e sustainable development goals

di

Il nostro primo laboratorio di martedì 13 aprile 2021 su “Cura dei beni comuni e rigenerazione urbana”   Dopo aver ascoltato i racconti...

Community Organizing Onlus – prima giornata di pratica

di

“Il potere tende a corrompere e poche persone vogliono apparire affamate di potere e corrotte. Ma quello che dobbiamo realizzare è che...

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK