Assegno unico universale, bonus bebè e centri estivi: le Acli e Panthakù spiegano come fare

di

Il direttore provinciale del Patronato Acli Salerno ha risposto ai dubbi dei genitori degli allievi del progetto Panthakù

 

Avete mai sentito parlare di Anf? Sapete come funziona un Patronato? E di cosa parliamo quando ci riferiamo al bonus mamma domani? Niente paura. A fare chiarezza sul variegato e spesso complesso (almeno per i profani) mondo dei sostegni alle famiglie, è stato Giuseppe Paparo, direttore provinciale Patronato Acli Salerno, ospite della diretta Facebook del progetto con Ai.Bi. capofila “Panthakù. Educare dappertutto”, selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, nel corso della rubrica dal titolo “I consigli delle Acli”, condotta dalla giornalista Concita De Luca.

Il primo consiglio utile fornito dal professionista al pubblico è stato quello di non affannarsi a presentare domanda per accedere a determinati benefit, ad esempio l’assegno unico universale di cui si parla molto ultimamente e che prevede l’erogazione di una somma variabile da 80 a 250 euro. “La misura sostituirà alcune prestazioni preesistenti, dunque non è cumulabile. E’ evidente che occorre valutare caso per caso quale è la scelta migliore da farsi”, ha spiegato. E per questo ci sono i Patronati, chiamati a valutare i bisogni degli utenti e poi i loro requisiti. Il passaggio cruciale è rappresentato dalla verifica della documentazione, un momento utile anche per orientare le scelte dei richiedenti, a cui poi spetterà la delega e l’inoltro delle pratiche.

Tante le domande che sono state rivolte a Paparo, pronto con grande generosità a confrontarsi con i dubbi di mamme e papà degli alunni delle quattro scuole coinvolte nel progetto (Calcedonia e Montalcini di Salerno, Principe di Piemonte di Santa Maria Capua Vetere e Denza di Castellammare di Stabia).

L’universo dei sostegni è molto variegato: ci sono gli Anf, assegni nucleo familiare, calcolati in base al reddito familiare e al numero dei componenti; il bonus mamma domani, che consente alle future mamme di ottenere settecento euro già a partire dal settimo mese di gravidanza; il bonus asilo nido che varia a seconda dell’Isee; il congedo paternità che dal 2021 sale a dieci giorni e prevede la retribuzione al cento per cento fino al quinto mese dalla nascita; il congedo Covid per i genitori, insieme al servizio di baby sitting, centri estivi, assistenza del lavoro in caso di quarantena o zona rossa.

E restando in tema di campus estivo, nelle prossime settimane saranno dati i dettagli in merito a quello che si prepara ad organizzare Panthakù in collaborazione con il Csi (Centro sportivo italiano) e la Rari Nantes Nuoto Salerno.

Ancora qualche dubbio da sciogliere? Il patronato Acli ha diversi sedi: a Salerno centro in via Scaramella e in via Rocco Cocchia, nella zona orientale, accanto a quelle dislocate in provincia, da Pontecagnano a Battipaglia e Nocera, solo per citarne alcune delle principali.

Il prossimo appuntamento con i consigli degli esperti delle Acli è per il 16 giugno.

 

Regioni

Ti potrebbe interessare

La psicologa di Panthakù a fianco delle famiglie salernitane per fronteggiare il covid-19

di

Se nella vita pre Covid-19 i problemi principali erano rappresentati dalla comunicazione inter-generazionale, dai codici da interpretare, dalle strategie per far combaciare...

Pizza rustica e insalata fresca: così la famiglia si ritrova a cena con Panthakù e la CNA di Salerno

di

Carmen Turturiello per la CNA di Salerno guiderà ragazzi, mamme e papà nella realizzazione di un fresco menù primaverile   Pizza rustica...

“Panthakù ci ha fatto scoprire una nuova forza per reinventarci”

di

Gene Papetti, prof dell’IC Principe di Piemonte di S.Maria Capua Vetere, e Umberto Novelli, prof dell’IC Montalcini di Salerno, raccontano la loro...