Le voci di OpenSpace | “Si dorme poco”

di

Storie e testimonianze di chi vive in prima linea sul territorio 

In questi giorni difficili anche il progetto OpenSpace, che si rivolge ad alunni, famiglie e insegnanti ed è volto a contrastare la povertà educativa si è spostato online. Molti degli incontri e delle iniziative in programma sono diventati virtuali, ma non per questo meno autentici. In altri casi le attività si sono dovute interrompere, in attesa di poterle riprendere. Ma continuiamo a credere che anche questa esperienza, nelle difficoltà che ci presenta, possa essere un’opportunità di trasformazione e crescita.

Oggi la testimonianza che vi presentiamo è quella di Marzia Bellomo, rappresentante dei genitori al consiglio d’istituto presso la scuola polo Borgese XXVII Maggio e anche insegnante presso I.C. Abba Alighieri di Palermo. Nell’ambito del progetto OpenSpace si è impegnata nell’organizzazione della formazione rivolta ai genitori.

 

Si dorme poco

Si dorme poco, tempestati di notizie, ansie, vademecum, messaggi vocali e pensieri sui figli. Si dorme poco tra paure, compiti e classi virtuali, tra collegamenti che uniscono e allo stesso tempo dividono portandoci altrove. Ma noi siamo qui, a casa, chiusi.

Mi sono imbattuta in un video che mostrava la propagazione dei contagi fuori dalla Cina; un giro del mondo di pochi secondi che porta il nostro paese, l’Italia, al primo posto in classifica, proprio noi. Ho avuto paura. 

Che fare? Tutta la notte ho pensato a come raccontare questo ai miei figli e ai miei alunni. Allora ho creato una nuova attività online e ho deciso di utilizzare uno spazio digitale per capire insieme ai miei studenti le informazioni che ci arrivano. Ho pensato di inventare uno slogan per convincere i bambini a non arrendersi, ad avere fiducia e a collaborare. Ho creato un video con immagini, musica, parole positive… Ai miei figli l’idea è piaciuta e i miei alunni stanno rispondendo entusiasti…

Dalla paura ho imparato che fare piccole grandi cose ci aiuterà! Perciò, al lavoro!

Regioni

Ti potrebbe interessare

RadioIncolla, la tecnologia dell’ascolto in movimento

di

Dopo quattro lunghi e intensi mesi siamo tornati con il nostro studio di registrazione diffuso sul territorio: RadioIncolla, podcast comunitario che raccoglie...

Un anno con OpenSpace

di

“Con tutte le attività realizzate nel progetto OpenSpace abbiamo dimostrato che sognare, andare oltre, si può”. Con queste parole piene di speranza...

La didattica nelle fabbriche dell’impossibile

di

In piena emergenza coronavirus la scuola si fa tra le mura domestiche e, per chi ha più risorse, anche online. Con l’Italia...