Un’estate passata a costruire comunità educanti: oltre 500 i bambini coinvolti nei campus in Valle d’Aosta

di

Partire dai bambini per riconnettere la comunità. E’ stato questo l’obiettivo e il motore di Movi-Estate, il format che il progetto interregionale “Movi-Menti: menti, corpi, comunità in movimento”, selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, ha messo in campo quest’estate attraverso un ponte immaginario che ha unito Nord e Sud Italia, riprogrammando le proprie attività e diventando nuova risorsa per bambini, ragazzi e famiglie nell’estate post-Covid19.

In Valle d’Aosta, come negli altri territori, sono state tante le attività a sostegno, anche economico (per il tramite dei Servizi sociali territoriali), di famiglie e ragazzi: centri estivi e sportivi, laboratori scientifici, tecnologici e di robotica, percorsi di potenziamento scolastico, supporto a famiglie e ragazzi, attività didattiche, arte, musica e danza, cinema e tanto altro.

Tra le diverse attività organizzate sono state oltre 80 le persone che hanno preso parte al Cineforum Movi-Menti, cartellone di quattro film a tema “resilienza”, protagonista presso la Cittadella dei Giovani tra luglio e agosto nel corso di quattro serate. L’iniziativa gratuita è stata organizzata dalla Cooperativa Noi e gli altri e dalla Cooperativa EnAIP VDA s.c.s, con la collaborazione della Cittadella dei Giovani. Al termine delle proiezioni è stato Enrico Montrosset (Eubage) ad aprire dibattiti con il pubblico presente per riflettere insieme e approfondire il tema. Le proiezioni, partite dalla Valle d’Aosta hanno poi toccato, con la stessa formula, le altre 4 regioni del progetto Movi-Menti (Piemonte, Liguria, Campania e Sicilia) per riflettere e dibattere insieme ad educatori, famiglie e ragazzi, il tema della resilienza, cioè la capacità di far fronte in maniera positiva a eventi traumatici e di riorganizzare la propria vita dinanzi alle difficoltà.

Non sono mancati poi campus estivi e laboratori all’aria aperta e nel rispetto delle misure Anti-Covid che hanno messo in campo energia e creatività su più fronti.

I 3 Campus “Estivamente-Ingegnosamente”, delle durata di 4 settimane, gestiti dalla Cooperativa Sociale

L’Esprit à l’Envers, hanno visto protagonisti bambini e ragazzi di età e territori diversi, tra Saint – Vincent, Aosta e Morgex. “Si è trattato di un campus itinerante per poter meglio accedere alle potenzialità territoriali – spiega Tania Musso della Cooperativa Esprit – con le quali nel tempo si sono stretti contatti e collaborazioni. Questi campus hanno coinvolto complessivamente circa 50 bambini, occupando tutti i posti disponibili”. Tra le tante attività, organizzate in collaborazione con la Biblioteca Comunale di Saint Vincent, la Cittadella dei Giovani e il Comune di Morgex, non sono mancati, nell’ambito dei Campus, laboratori di Robotica educativa, a cura di Cristina D’Arienzo, e laboratori di animazioni, a cura di Irene Tarticchio, che hanno dato vita a prodotti multimediali poi condivisi con le famiglie e i ragazzi.

135 sono stati poi i bambini che hanno partecipato agli 8 campus, gestiti dalla Cooperativa Noi e Gli Altri, che si sono incentrati su attività Steam (Scienza, tecnologia, ingegneria, arte e matematica),sviluppando anche qui competenze interdisciplinari che hanno affascinato i più piccoli.

Un altro campus è stato invece tutto sportivo ed ha rappresentato un vero e proprio progetto di comunità, per la partecipazione nell’organizzazione e gestione di Noi e gli Altri s.c.s., dell’ASD Stade Valdotain Rugby, dell’Oratorio San Giocondo, dell’Amministrazione Comunale di Sarre e dell’Unité Grand Paradis. Sono stati coinvolti 60 giovani tra animatori senior e junior e 30 istruttori sportivi. Questa iniziativa ha intercettato complessivamente 350 bambini.

Per garantire la partecipazione a iniziative di socializzazione, il progetto Movi-Menti ha coperto economicamente 13 settimane a favore di minori in carico ai Servizi Sociali che altrimenti non avrebbero potuto usufruire del servizio. A favore delle fasce più deboli del territorio, all’interno del progetto Movi- Menti, sono stati poi consegnati “buoni scuola didattici”, per l’acquisto di materiale scolastico, a circa 60 famiglie, attraverso la rete dei Servizi sociali del territorio.

“L’impegno per garantire attività e iniziative che coinvolgessero ragazzi, famiglie ed educatori, tra attività estive all’aria aperta e laboratori stimolanti in pieno stile steam, è stato alto, soprattutto a seguito del lock down e delle misure da adottare, che hanno impegnato i partner regionali in una riprogrammazione importante. Il bilancio è positivo – spiega Lucia Poli, della Cooperativa Noi e Gli altri – l’intento riuscito è stato quello di far vivere ai ragazzi coinvolti occasioni di incontro ed esperienze positive di crescita, apprendimento e sportive, senza far mancare, ove necessario, un apporto economico a sostegno di famiglie più in difficoltà, e per garantire loro occasioni al pari di altre famiglie. L’impegno di Movi-Menti continua in Valle d’Aosta attraverso la programmazione, in fase di definizione, per le attività autunnali e invernali, sempre a favore di famiglie, ragazzi e comunità educante”.

Ti potrebbe interessare

Il nostro orto casalingo? Prova anche tu, segui il tutorial

di

Ciao amici, ciao bambini e bambine, mamme e papà. Il 2020 è l’Anno Internazionale delle piante. Iniziamo insieme un percorso di osservazione...

Leonardo Da Vinci protagonista dei campus estivi di cinema di Cinemovel Foundation

di

DALLA VALLE D’AOSTA ALLA SICILIA, IL CINEMA E LE DISCIPLINE STEM LA FANNO DA PADRONI Dieci campus estivi della durata di 5...

IO STO CON MOVIMENTI PERCHE’…

di

Il 2o novembre abbiamo celebrato LA GIORNATA INTERNAZIONALE DELL’INFANZIA! Per noi è stato un giorno speciale! Facciamo molto e ci impegniamo affinché...

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK