MOVI-ESTATE: nasce il nuovo format per l’estate

di

Centri estivi e sportivi, laboratori, animazioni, didattica, studio, per costruire comunità educanti e combattere la povertà educativa da Nord a Sud dell’Italia.  

Partire dai bambini per riconnettere la comunità. E’ questo l’obiettivo e il motore del nuovo format che il Progetto “Movi-Menti: menti, corpi, comunità in movimento”, selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, ha messo in campo per l’estate attraverso un ponte immaginario che unisce Nord e Sud Italia, riprogrammando le proprie attività e diventando nuova risorsa per bambini, ragazzi e famiglie nell’estate post-Covid19. Con una nuova formula e sotto il cappello “Movi-Estate” sono state avviate tante attività a sostegno, anche economico (per il tramite dei Servizi sociali territoriali), di famiglie e ragazzi: centri estivi e sportivi, laboratori scientifici, tecnologici e di robotica, percorsi di potenziamento scolastico, animazioni di strada e comunità, supporto a famiglie e ragazzi, attività didattiche, arte, musica e danza, cinema, corsi di vela e tanto altro. Sono questi gli ingredienti alla base dell’offerta estiva avviata e rivolta alla fascia di età 6 -14 anni.

Servizi educativi, scuole e spazi ludici e aggregativi sono stati chiusi per mesi a causa del Coronavirus togliendo a bambini e ragazzi occasioni strutturate di socializzazione e di educazione. I servizi a sostegno delle famiglie sono diminuiti e sono aumentate le situazioni di fragilità psicosociale e di povertà educativa.

Con il ritorno al lavoro di molti genitori è evidente l’urgenza di sostenere le famiglie nella gestione dei tempi di cura dei ragazzi e nei mesi estivi il bisogno aumenta. In questa complessità il Progetto Movi-menti ha riprogrammato le proprie attività per dare una risposta tempestiva alle esigenze delle famiglie e per fornire strumenti utili a fronteggiare la crisi educativa che si è creata in questi mesi.

MOVI-MENTI ha colto la sfida, non sottraendosi all’opportunità più bella di questo tempo: ripartire, ripensare il tempo, riformulare le priorità, immaginare nuovamente il futuro, fare tesoro di quanto l’esperienza pandemica ci ha suggerito.

E’ a partire da queste riflessioni che il coordinamento nazionale di Movi-Menti, ha riconfermato la necessità di consolidare la rete dei Campi Estivi nelle 5 regioni in partenariato: Sicilia, Campania, Liguria, Piemonte, Valle d’Aosta.

Se è stato faticoso organizzare logisticamente dei campi che rispettassero le norme di sicurezza e il benessere sanitario di tutti, è stato però più forte il desiderio di dare una risposta all’energia compressa in questi mesi dai bambini, e, anzi, l’apparente difficoltà ha dato modo all’équipe di rafforzare alcuni punti di forza dell’identità dei campi: i piccoli gruppi che in principio sono sembrati un limite allo spirito comunitario si sono trasformati in una possibilità di maggiore cura individuale, la necessità di rafforzare un percorso scolastico inevitabilmente accidentato si è trasformata in un filo rosso che nel problem solving ha trovato ispirazione e unità di proposta nelle attività e nelle discipline, mettendo in luce ulteriormente l’aspetto metacognitivo ed educativo dei campi, oltre a quello evidentemente ricreativo. Rimane felicemente invariata l’attenzione all’eterogeneità socio-economica dei gruppi, perché realmente i campi possano essere una risposta alle povertà educative.

PER INFO E INIZIATIVE

https://percorsiconibambini.it/movi-menti/

Facebook: @movimenticomunitainmovimento

Ti potrebbe interessare

Trasversal-mente a Modica. Si parte dai bambini per fare cultura!

di

Creare cultura divertendosi. Sono stati presentati lunedì, nell’affascinante cornice di Palazzo Grimaldi a Modica, i lavori svolti dai ragazzi per il progetto...

Arriva il Festival “La scatola magica”: la cinematografia sposa il sociale e le comunità locali

di

Un Festival itinerante tra ottobre e novembre 2019 toccherà le regioni partner del progetto MOVI-MENTI per rendere protagonisti i ragazzi e presentare...

Liguria: racconti a lume di candela per famiglie in occasione di “M’Illumino di Meno”

di

Un racconto, una voce narrante, una candela ad illuminare il buio, un parco e bambini e famiglie in ascolto! Eccola qui la...

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK