“I Care” nasce a Salerno web radio sulle orme di don Lorenzo Milani

di

Si chiama “I Care”, un riferimento chiaro alle parole che don Lorenzo Milani volle scrivere sul cartello posto all’ingresso della scuola di Barbiana.

È la web radio nata a Salerno attraverso i laboratori di cittadinanza e di new media realizzati nell’ambito di Liberi di Crescere, progetto supportato dall’impresa sociale Con I Bambini attraverso il Bando Adolescenza. Uno strumento innovativo di partecipazione ed educazione che ha coinvolto un gruppo di ragazzi e ragazze che, con entusiasmo, hanno deciso di cimentarsi in questa nuova avventura: raccontare il mondo con i loro occhi, conoscendo ed approfondendo tematiche quali la pace, la legalità, la cura e il rispetto per l’ambiente.

I Care” – “mi importa, ho a cuore”, opposto al “me ne frego” di derivazione fascista – rimandava e ancora oggi rimanda ad un’idea di scuola in grado di promuovere l’attenzione e il rispetto per gli altri, la partecipazione alla vita civile e sociale, in una dimensione educativa capace di valorizzare la relazione e l’empatia.

Un percorso che ha visto gli studenti confrontarsi con giornalisti, attivisti, familiari delle vittime innocenti. Hanno preparato con cura e attenzione ogni singola domanda, imparato a gestire gli strumenti tecnologici per raccogliere interviste, registrare e fotografare i testimoni incontrati e i luoghi visitati.

Così, coerentemente al nome scelto per la web radio, anche i ragazzi hanno deciso di prendersi cura del loro territorio, delle cose che succedono nel mondo, dei temi cari alla loro età, per farne argomenti di discussione attraverso uno strumento di comunicazione agile e moderno.

Il racconto dei Campi di E!state Liberi! è stata la prima sfida raccolta da questi giornalisti in erba. La memoria delle vittime innocenti della mafia, il rapporto tra mafia e comunicazione, corruzione e beni confiscati, la musica come impegno civico sono state le tematiche approfondite, sulle quali sono stati creati dei podcast trasmessi sul sito internet della web radio, all’indirizzo http://www.cooperativailportico.it/i-care/, e sulla pagina Facebook https://www.facebook.com/WebRadioICare.

Partire dalla periferia per arrivare al centro della storia del mondo: è questa la sfida di I Care.

Ti potrebbe interessare

Cambiamento e potere: riflessioni sull’educare

di

Tra le principali attività del progetto Liberi di crescere sono stati realizzati dei Ciclo dei Laboratori di Autoanalisi su bisogni e desideri...

Il desiderio di ricostruire la socialità

di

Partendo da una domanda ormai ricorrente nei nostri discorsi quotidiani: cosa ti è mancato di più in questo tempo di isolamento al quale...

Studenti con sanzioni disciplinari: a Palermo nasce un nuovo modello di “riparazione” educativa

di

L’IPSSAR Cascino è una delle scuole partner di Liberi di crescere – Rete ad alta densità educativa nella città di Palermo. L’Istituto...