La giornata mondiale dei diritti dell’infanzia: Lavori in Corso contro la povertà educativa

di

Sono trascorsi più di 30 anni da quando l’ONU, il 20 Novembre, ha firmato la Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, (Convention on the Rigths of the Child – CRC), che protegge, tutela e garantisce i diritti fondamentali dei bambini nei 196 Stati del mondo che l’hanno adottata.

Quest’anno, la pandemia da Coronavirus ha provocato una forte crisi dei diritti dell’infanzia e dei bambini, che hanno subito come non mai discriminazioni legate a reddito, stabilità economica, salute, provenienza geografica e sociale delle famiglie d’origine e una forte disparità di accesso all’istruzione. La povertà educativa rischia di divenire così un problema pervasivo e ancora più strutturale nella nostra società.

Save the children ha dichiarato che: “il numero totale di bambini che vive sotto la soglia di povertà potrebbe superare i 700 milioni entro la fine del 2020, perché molte famiglie hanno subìto gli effetti economici della pandemia e non possono permettersi quindi le cose più basilari come cibo, acqua e cure”.

Il progetto Lavori in Corso – adottiamo la città si rivolge ai bambini e ragazzi tra i 9 e i 14 anni, che vivono in 5 quartieri periferici d’Italia, alcuni dei quali con alti tassi di immigrazione e forti problematiche sociali.

Grazie alla collaborazione con le 5 scuole partner di progetto, abbiamo fotografato la situazione inziale, di partenza, nella quale si trovano i 3900 minori che verranno coinvolti direttamente nelle attività e nei servizi. L’infografica che abbiamo realizzato racconta con pochi, ma significativi dati, le problematiche di partenza dei ragazzi destinatari delle attività in partenza.

Minori e nuclei familiari

Per combattere la povertà educativa e sociale è necessario ritessere legami all’interno della società, ricostruendo luoghi e rapporti, insistendo su una rigenerazione sociale, ambientale e culturale della società e della comunità tutta.

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK