“Città dei Bambini di Misilmeri”, ecco il Laboratorio di pittura creativa

di

Tra i laboratori previsti dal progetto “La Città dei Bambini di Misilmeri” c’è quello di Pittura creativa. A cura di Mary Correnti, dell’Associazione culturale “Archè”, ha l’obiettivo di dare sfogo a emozioni e sentimenti dei bimbi.

Già, perché dietro una semplice “macchia di colore” il bambino acquisisce competenze sulla sua corporeità e sensibilità, creando un artefatto che resta come piccola “opera d’arte”.

Il colore viene riconosciuto attraverso il tatto, attraverso l’udito (con il suo nome) e viene associato ad alcune immagine evocative nei bambini: ad esempio blu come il mare e giallo come il sole).

Il piccolo pittore, quindi, potrà lasciare un segno, una traccia realizzata solo da se stesso, creando un’interazione tra la vista e il tatto.

E benefici ci saranno anche a favore del coordinamento: i bambini più grandi, infatti, possono utilizzare strumenti quali pennelli, rulli o spugne che consentono di aumentare la coordinazione tra occhio e mano.

Attraverso le diverse tipologie previste dal laboratorio di “Pittura creativa”, il bambino potrà sperimentare ad esempio la pittura con i piedi (cartellone sul pavimento) o quella verticale (con un cartellone appeso).

Essenziale come per ogni attività è la predisposizione e strutturazione dello spazio: l’ambiente dovrà essere dedicato al colore e le tempere devono essere ad altezza bambino.

Il progetto “La città dei Bambini” è stato selezionato dalla Fondazione Impresa sociale “Con i bambini” nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.

Realizzato nell’omonimo Polo educativo per l’Infanzia di Misilmeri, ha come capofila la cooperativa sociale “Libera…mente” e vede coinvolti tra i vari partner anche il Comune di Misilmeri e la Direzione didattica statale “Salvatore Traina”.

Il tutto sotto la supervisione di Genì Fontana, direttrice del Polo educativo per l’infanzia “La città dei Bambini”, Francesco Albano (responsabile del progetto “La città dei Bambini” di Misilmeri) e Gaspare Carandino (presidente di “Libera…mente”, capofila del progetto).

 

Regioni

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK