#dettotranoi | Questione di distensione

di

Quando si parte con un nuovo progetto, c’è sempre un po’ di diffidenza sia da parte della scuola, sia da parte delle famiglie ma, fin da subito, ho pensato che ItaliaEducante facesse per noi, facesse per la nostra realtà territoriale e scolastica. Savignano è un punto di passaggio in cui viviamo quotidianamente esperienze e sfide legate all’integrazione e inclusione e lavorare a scuola, con un rinforzo anche su questi versanti grazie ad interventi coordinati e “cuciti” su misura, è certamente un grande valore aggiunto. Peraltro, non è un mistero che, oggi, i ragazzi abbiano fortemente diminuito la capacità di comunicazione tra loro ed i genitori, spesso, fanno fatica a seguire i figli nel loro percorso di crescita. ItaliaEducante, per la tipologia di laboratori e di progettualità previsti, va a compensare, su questo versante, ciò che la scuola non riesce a fare. La differenza si è vista anche in periodo di Covid-19: temevo molti ragazzi si perdessero per strada, venendo a mancare la relazione in presenza… L’emergenza ci ha tagliato un po’ le gambe ma, anche grazie a ItaliaEducante, i ragazzi sono rimasti agganciati e noi insegnanti ci siamo messi in gioco, insieme ai coordinatori ed educatori del progetto, per rimodulare il tutto alla luce della nuova realtà con cui ci si deve confrontare. Con la ripartenza in presenza, per i ragazzi, è stato un ritrovarsi fondamentale dopo un anno di lockdown e ItaliaEducante ha aiutato a recuperare il loro vissuto soprattutto grazie alla fase Accoglienza che crea momenti di distensione nei ragazzi su cui, successivamente, possiamo intervenire più proficuamente con le materie di insegnamento.
Con quest’anno, siamo arrivati al terzo anno di ItaliaEducante e, certo, l’idea che duri solo più un anno, apre una serie di considerazioni… Lato scuola, certamente, possiamo dire che ci ha aiutato molto a crescere nella progettualità e lascia un’eredità importante che cercheremo di portare avanti. Indubbiamente, la scuola non può arrivare a tutto e la presenza di un coordinamento ad hoc del progetto fa la differenza. Ci auguriamo che ItaliaEducante possa continuare, insieme a noi, ad accompagnare i ragazzi!

Con la collaborazione della prof.ssa Manuela Battistini, referente ItaliaEducante per la scuola media Giulio Cesare di Savignano sul Rubicone

 

 

Regioni

Ti potrebbe interessare

Presentazione di ItaliaEducante

di

Giovedì 14 marzo ore 11 – Roma ITALIAEDUCANTE ECOSISTEMI INNOVATIVI DI RESILIENZA EDUCATIVA Come contrastare dispersione scolastica e povertà educativa? Come riavvicinare...

Un anno di ItaliaEducante in Emilia-Romagna

di

Un attento lavoro di ascolto dei bisogni dei ragazzi, emersi nella fase Accoglienza, ha consentito la messa a punto di percorsi scolastici...

Fare #Ambiente con School Raising

di

Dopo il primo anno di attività, questo è il momento della fase #Ambiente, la quarta del progetto ItaliaEducante, quella focalizzata sullo sviluppo...

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK