Stare bene per rendere meglio

di

Avviate le attività inerenti alla prima fase dell’Accoglienza in 10 istituti scolastici del Trentino Alto Adige con laboratori di 3-4 incontri per classe sulla tematica dello stare bene a scuola, in classe, nel gruppo dei pari e in relazione con gli insegnanti e l’istituzione scuola nel suo complesso. Come ogni inizio anno, condividere il patto educativo con i ragazzi getta le basi per costruire insieme a loro momenti di riflessione comune, utili a creare atmosfera di partecipazione in tutto il gruppo dei pari. Per aiutare il processo di condivisione dei bisogni espliciti e latenti dei ragazzi, infatti, serve favorire un clima di fiducia con gli educatori e, spesso, strumenti tipici dell’arte teatrale (il mimo) possono assolvere molto bene allo scopo, facendo emergere sentimenti, preoccupazioni, desideri e aspirazioni tenuti, diversamente, “sotto coperta”.
Grazie agli educatori professionali della Comunità Murialdo del Trentino Alto Adige, in questa prima fase di avvio delle attività dell’anno #2 di ItaliaEducante, sono state coinvolte 39 classi per un totale di 742 studenti e la partecipazione, diretta o indiretta, di insegnanti, referenti e dirigenti scolastici.

con il contributo di Umberto Schettino, coordinamento ItaliaEducante Trentino Alto Adige

Ti potrebbe interessare

Il modello valoriale delle 4A

di

ItaliaEducante struttura il suo percorso d’intervento seguendo l’impianto valoriale murialdino delle cosiddette 4 A: Accoglienza | Accompagnamento | Autonomia | Ambiente L’ordine...

#dettotranoi | didattica a distanza | empatia virtuale vs empatia reale

di

Sono un’educatrice ItaliaEducante in un istituto agrario pertanto ho a che fare con ragazzi dal forte senso pratico. La fase #Accoglienza era stata...

Design Thinking per progettare il futuro

di

Con il secondo anno di attività, ItaliaEducante mette in campo la quarta delle fasi previste, la fase Ambiente, che verrà sperimentata con...