Creatività partenopea all’opera

di

Con l’anno #2 di ItaliaEducante, molti dei ragazzi, venuti a conoscenza del progetto, hanno richiesto espressamente la partecipazione ai laboratori proponendo la realizzazione di attività da attivare nella fase di Accoglienza. Per chi lavora con passione per gli adolescenti, questo è un risultato straordinario! Se si aggiunge, poi, che molti dei ragazzi della scuola media, già contattati lo scorso anno, desiderano con forza continuare le attività proposte da ItaliaEducante anche in questo nuovo anno scolastico, la cosa non può che riempire di gioia!
In questa prima fase, i ragazzi raggiunti, nelle scuole partner del progetto su Napoli, sono circa quattrocento e si sta lavorando per coinvolgerli in azioni di rinforzo della conoscenza, tra i membri dei gruppi classe, attraverso il gioco del gomitolo e la corda. Con dicembre, invece, il gioco intervista doppia aiuterà a facilitare l’approccio con gli strumenti video così da porre alcune basi utili a farli lavorare, lungo tutto l’anno di attività, alla realizzazione di uno spot/cortometraggio che abbia come tema l’adolescenza vista dal loro punto di vista, affinché riflettano sulle modalità più resilienti per affrontare le problematiche relative a questo periodo della loro vita. Se, ad oggi, non è risultato difficile coinvolgere gli utenti, la vera sfida sarà nel momento in cui si proporranno le attività in orari extrascolastici. Per ovviare a questo problema, si creeranno occasioni di incontro con gli operatori dei laboratori già a partire dal mese di dicembre così da facilitare la relazione ed  incentivare la partecipazione dei ragazzi.
Parallelamente all’attenzione verso il coinvolgimento dei ragazzi, è fondamentale creare, per educatori ed insegnanti, occasioni di incontro e di formazione per consolidare modalità di relazione valide ad aumentare l’efficacia degli interventi soprattutto con ragazzi in grande difficoltà. Per questo, è in programma una sessione di due giorni di lavoro, condotti secondo le tecniche della ludo-pedagogia, metodo innovativo di promozione della partecipazione e della formazione che verrà, successivamente, adottato anche come proposta di lavoro nelle classi coinvolte per ItaliaEducante.

con il contributo di Emanuela Monaco, coordinamento ItaliaEducante Campania

Regioni

Ti potrebbe interessare

dettotranoi | Dopo un anno di DAD, come stiamo?

di

Qualche giorno fa, l’Istituto Demopolis ha reso noti i risultati di un’indagine condotta per l’impresa sociale Con i Bambini, nell’ambito del Fondo per il...

Il modello valoriale delle 4A

di

ItaliaEducante struttura il suo percorso d’intervento seguendo l’impianto valoriale murialdino delle cosiddette 4 A: Accoglienza | Accompagnamento | Autonomia | Ambiente L’ordine...

#dettotranoi | Effetto invisibile

di

<<Esisteva la psicologa della scuola per ascoltare le piccola grandi delusioni e paure dei ragazzi. Adesso, le cose sono cambiate un po’>>....