Mobile Learning e nuovi apprendimenti: all’Elba un corso di formazione per educatori e docenti

di

Mobile learning e nuovi apprendimenti, webinar all'Elba

Come rendere più efficace il nostro lavoro di educatori? Come integrare gli atelier didattici e le esperienze gruppali con le nuove tecnologie e i dispositivi digitali in dotazione alle scuole dell’Elba? E’ questo il tema del corso di formazione che abbiamo iniziato questa settimana, condotto dal professor Domizio Baldini, che ci terrà occupati ancora per tre settimane. Il corso è nato dalla sempre più stretta collaborazione tra l’istituto Madre Mazzarello, coordinatore del progetto con l’istituto comprensivo Giosuè Carducci di Porto Azzurro, Capoliveri e Rio, nostro partner. 

Leggi di più...

Per i “nativi digitali” l’utilizzo della multimedialità, del Web 2.0, dei device mobili, sono operazioni naturali. Rendere i ragazzi più consapevoli nell’uso dei dispositivi e nel muoversi all’interno dell’ambiente digitale, in stretto collegamento con la classe o il gruppo di lavoro, è il nostro obiettivo. Nostra fonte di ispirazione è il learning by doing: la sperimentazione, il sostegno alla creatività personale sono al centro dell’attività educativa che noi formatori progettiamo e proponiamo ai ragazzi che frequentano gli spazi di comunità e le scuole elbane.

L’ambiente di comunicazione digitale, integrato con strumenti di classe come i dispositivi mobili, permette al docente o all’educatore di differenziare l’insegnamento in funzione degli stili di apprendimento, con una gamma interessante di proposte didattiche. Ciò si può concretizzare in metodologie di insegnamento più vicine allo stile di comunicazione proprio delle nuove generazioni che, integrandosi con la didattica tradizionale, possono rendere efficaci le attività di approfondimento e di partecipazione degli alunni.

Questi i temi in programma:
• Google workspace: comunicazione e creazione di contenuti.
• Come individuare il materiale adatto ad una lezione
• Costruire la lezione con materiali multimediali e strumenti web 2.0
Obiettivi:
• uso della piattaforma Google Workspace per la gestione delle attività
in classe ed a distanza.
• Sviluppare una didattica efficace per competenze con Internet e
dispositivi portatili e fissi
• Favorire il passaggio a una didattica attiva e laboratoriale,
promuovendo gradualmente ambienti digitali flessibili, orientati
all’innovazione e alla condivisione dei saperi.

Abbiamo ancora tanto da imparare, il nostro gruppo di lavoro, formato da educatrici, animatori sociali, docenti, animatori digitali, dirigenti scolastici si rende sempre più coeso e motivato nel rendere efficace il lavoro educativo. La comunità educante dell’Elba cresce ogni giorno in motivazione e nuove opportunità di collaborazione.

Regioni

Ti potrebbe interessare

Farsi comunità educante all’Elba: riflessioni e prospettive

di

Perché chiedersi cosa voglia dire costruire comunità educanti? Non è già scontato che la comunità, la società educhi?  Serve costruirla come tale?...

Elba 2035: L’isola che c’è partecipa al tavolo di co costruzione territoriale

di

Ieri pomeriggio due animatrici di “L’isola che c’è“, Lucrezia e Francesca, hanno partecipato al primo appuntamento online di “Elba 2035“, un percorso...

L’ Estate Ragazzi di L’isola che c’è è partita

di

Una lunga progettazione, un intenso lavoro di confronto tra i partner del progetto e una calendarizzazione condivisa con le associazioni del territorio....

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK