Condividiamo in libertà, per stare vicini anche se distanti

di

L’emergenza sanitaria, ci costringe a casa e sta modificando il nostro sentire, il nostro vivere. Una situazione comune, ma vivere sull’isola rende urgente dare un segno di continuità e di vicinanza per contrastare il senso di solitudine. All’Elba è difficile incontrarsi, facilissimo perdersi di vista. Abbiamo cercato di rafforzare i contatti tra operatori, educatrici, famiglie, bambini.

Abbiamo ripensato le attività forzatamente sospese ed è nata così la rassegna “Condividiamo in libertà”. Quasi tutti i giorni le educatrici di “L’isola che c’è” preparano brevi video realizzati nelle proprie abitazioni, che pubblichiamo sui canali social del progetto. Obiettivo, mantenere un collegamento con le famiglie e i bambini che fino a poche settimane fa frequentavano gli spazi di comunità, https://www.facebook.com/isolaccelba/videos/321952628780272/  .

Così, su Facebook, Instagram e Youtube Sara legge storie per i più piccini, Carla ha eletto sua figlia a “influencer” e propone attività creative semplici e coloratissime, che ogni famiglia elbana può replicare a casa. Lucrezia condivide “mobili ” di carta, facili da realizzare, carichi di fantasia. Michela, Federica, Francesca si alternano nelle letture, nei laboratori e nelle attività, che a cadenza stabilità pubblichiamo. Perché provare a rafforzare il senso di collaborazione, il bisogno di mutuo aiuto è forte in tutti noi. Lo abbiamo fatto con una tonalità il più possibile diretta, spontanea. Con la voglia di non interrompere il percorso iniziato da un anno. L’obiettivo è costruire, rafforzare, ampliare la comunità educante elbana. Quello che percepiamo è che il nuovo assetto imposto dalla situazione di isolamento radicale sta creando nuove opportunità di comunicazione, connessione anche emotiva, voglia di collaborare tra soggetti diversi https://www.facebook.com/isolaccelba/photos/a.2614937991890468/3001516259899304/?type=3&theater.

Chiunque voglia partecipare a questa piccola iniziativa è benaccetto. Volete inviarci le vostre proposte? Le sperimenteremo e le condivideremo volentieri! Siamo distanti ci vogliamo sentirci vicini più che mai.

Regioni

Ti potrebbe interessare

Una classe in cui tutt* stanno bene: webinar sull’inclusività per la comunità educante elbana

di

“Una classe in cui tutt* stanno bene”. Agedo Livorno-Toscana, associazione di genitori, parenti e amici di persone LGBT+, organizza un Webinar gratuito...

La comunità educante di “L’isola che c’è” si sposta online, restiamo uniti anche se distanti

di

“L’isola che c’è” ha compiuto un anno di vita e affronta una prova inaspettata, impegnativa. All’improvviso abbiamo chiuso gli spazi di comunità...

Raccontare con le immagini: laboratorio estivo di videomaking a Marina di Campo

di

Fare video, si sa, è la passione di tanti. Per realizzare un video ben fatto serve almeno un corso. Così abbiamo deciso...