Parte la Consulta educativa intergenerazionale di Comunità

di

Il 29 novembre p.v. alle ore 15.30 a Palermo presso il Centro Sociale San Saverio ci sarà il primo incontro della Consulta educativa intergenerazionale di Comunità, all’interno del progetto “InterAction. Aumentare le competenze per combattere la dispersione scolastica” (sostenuto da Impresa Sociale con I Bambini).

La Consulta educativa intergenerazionale di Comunità rappresenta la grande sfida che con questo progetto si intende affrontare nella città di Palermo.

People Help the People, coordinatore del progetto, si occuperà di formare, attraverso il metodo della facilitazione esperta, i local coach, ovvero persone comuni, senza ruoli istituzionali, capaci di aggregare, fare comunità, promuovere iniziative locali.

Tutti i partner intraprenderanno un percorso di ri-attivazione della cittadinanza per promuovere la partecipazione attiva dei ragazzi, delle ragazze, dei giovani, degli adulti, degli anziani, dei disabili, degli immigrati, e di tutti coloro che, in questo particolare momento storico, sembrano non avere voce sul piano decisionale delle politiche pubbliche.

L’intento è quello di organizzare incontri, manifestazioni, occasioni di scambio di buone pratiche e confronto con altre realtà in cui i cittadini stessi diventano motori di cambiamento e promotori di iniziative culturali e di welfare di comunità.

Il percorso formativo, a cui parteciperanno i referenti di ciascun ente partner, verrà articolato in 3 moduli formativi di 12 ore per ogni annualità, in cui verranno affrontate tematiche relative ai temi della Povertà educativa minorile, alle strategie innovative di contrasto alla povertà, all’economia circolare, agli indicatori di benessere, agli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 dell’ONU. Ogni modulo annuale sarà articolato in 4 incontri di 3 ore.

 People Help the People collaborerà con il Centro San Saverio nel coinvolgere enti e istituzioni che attualmente non rientrano nel partenariato, al fine di realizzare contaminazioni interculturali che vadano aldilà delle azioni progettuali, cogliendo nell’intercultura che caratterizza il nostro territorio una fonte di ricchezza.

AUSER Palermo, per la sua specificità,  proporrà Attività conviviali di comunità, iniziative solidali e di welfare community mettendo a disposizione anche il terreno confiscato concesso dal Comune di Palermo.

Infine l’Università Popolare Leonardo Da Vinci si occuperà dell’organizzazione di Iniziative intergenerazionali di comunità, ovvero favorirà l’incontro e il confronto tra giovani e adulti nell’ambito di attività simili a quelle progettuali, coinvolgendo la scuola, le associazioni e la comunità tutta in uno scambio intergenerazionale volto al contrasto della povertà educativa (dibattiti, cineforum, incontri culturali, corsi tematici di approfondimento etc.).

Il percorso formativo verrà articolato in 3 moduli formativi di 12 ore per ogni annualità, in cui verranno affrontate tematiche relative ai temi della Povertà educativa minorile, alle strategie innovative di contrasto alla povertà, all’economia circolare, agli indicatori di benessere, agli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 dell’ONU. Ogni modulo annuale sarà articolato in 4 incontri di 3 ore.

Regioni

Ti potrebbe interessare

Orientamento, una scelta consapevole

di

Arces, Partner del progetto InterAction,  ha svolto, presso la scuola ICS Silvio Boccone, attività di orientamento con gli alunni delle seconde classi,...

Strumenti per l’orientamento. Favorire una scelta consapevole

di

Arces, partner del progetto InterAction, ha realizzato strumenti per il supporto alle attività di orientamento nella scuola, che gli orientatori hanno utilizzato...

Protagonisti di una nuova comunità educante

di

Vista la particolare situazione che stiamo vivendo e le restrizioni imposte da Decreto, con la conseguente chiusura delle scuole, la cooperativa Parsifal,...