I giochi fanno bene: parola di esperta!

di

I genitori sono rimasti a bocca aperta, il vicesindaco di Lodivecchio, Debora Cremonesi, pure. Perché durante l’incontro online dedicato ai giochi condotto da Federica Pelizzari del Cremit, hanno ricevuto l’invito a non guardare storto i loro figli se trascorrono il tempo a giocare su schermi di pc e telefonici. “Ci ha spiegato che i giochi fanno anche bene – sottolinea Alfredo Mazzola della coop Mosaico Servizi, che ha coordinato l’evento come partner del progetto ImPatto Digitale – . E’ stato uno spunto interessante, perché siamo stati invitati a capovolgeva la prospettiva. Noi adulti diciamo ai ragazzi di non stare sempre davanti ai giochi e invece quante cose si possono fare e quante abilità possono sviluppare i nostri figli se lo fanno. Trovano anche un aiuto per prevenire la chiusura”.

Secondo Federica Pelizzari i ragazzi socializzano quando giocano con i videogiochi e lo fanno meglio di quanto non accada se stanno costretti in un banco a scuola, in un contesto in cui non si può parlare. Il videogioco stimola una serie di attività e aiuta i piccoli a sviluppare anche delle attività intellettive. L’importante è scegliere dei giochi adeguati.

L’incontro con Federica Pelizzari ha chiuso il ciclo di tre incontri intitolato “Mondo onlife, gaming e narrazione digitale: le tre nuove sfide” promosso in collaborazione con il Cremit dell’Università Cattolica di Milano. Questi momenti vissuti online sono stati un successo, con oltre cento famiglie che hanno aderito e hanno dato soddisfazione agli organizzatori. Tanto che si sta ipotizzando di promuoverne ancora in primavera, con esperti di livello nazionale che parleranno in modalità virtuale e poi in incontri pubblici per aiutare i genitori ad affrontare le paure del digitale.

Regioni

Ti potrebbe interessare

Riguarda la diretta di TUTTO TROPPO PRESTO

di

Cogliere i vantaggi dell’interconnessione, stando alla larga dai rischi dell’iperconnessione. Partendo da questa premessa, sono moltissimi gli spunti di riflessione e i...

Due nuovi poli di comunità: la rete si espande

di

Altri due poli di comunità per il Lodigiano, spazi dove i ragazzi possano incontrarsi per usare il computer, con un adulto disponibile...

I primi tablet agli studenti lodigiani!

di

Consegna speciale quella avvenuta nei giorni scorsi a Lodi. Dal furgone della cooperativa sociale San Nabore sono stati estratti un tablet, una...