A rischio gli orti di Succivo

di

Sono a rischio gli orti di Succivo. Il lavoro fatto in questi quasi due anni, insieme alla Direzione Didattica di Orta di Atella (CE), potrebbe non avere un seguito. Potrebbe addirittura interrompersi a fine marzo 2022. Con l’arrivo della primavera infatti arriverà anche la scadenza della disponibilità dello spazio in capo a Geofilos Legambiente.

Horticultura, a Succivo, si sviluppa nelle pertinenze verdi di una struttura seicentesca: il Casale di Teverolaccio. Uno spazio che, dal 1996, il circolo Legambiente Geofilos Atella ha recuperato progressivamente. Era un rudere circondato da una discarica. Oggi è un Bene comune restituito alla collettività, con attive un insieme di funzioni sociali, tra cui l’orto didattico museale Horticultura, collegato al Museo archeologico dell’agro atellano.

Innovazione sociale ecologica e sostenibile

Teverolaccio è un evidente esempio di imprenditorialità e innovazione sociale sostenibile ed inclusiva. A credere nella rinascita dello spazio, oltre un gruppo di giovani ecologisti partito un quarto di secolo fa, è stata prima di tutto la Fondazione Con il Sud. Su successive progettualità hanno investito la Banca d’Italia, due Dipartimenti della Presidenza del Consiglio dei Ministri (Gioventù e Politiche per la Famiglia), la Chiesa Valdese.

L’origine di una buona prassi

Tutto questo ha fatto sì che da Teverolaccio partisse una buona pratica – quella degli orti sociali che vedono insieme bambini ed anziani, scuole e famiglie – che è gemmata anche in altri siti culturali: la Reggia di Caserta, gli Scavi di Pompei, il MAAC. Una buona pratica che si affianca ad altre pratiche sociali radicate negli spazi del Casale. Qui, nel pieno della Terra dei Fuochi, la didattica, gli eventi e la cultura si intrecciano con l’agricoltura. Ed è così che riescono a generare un eco-museo, percorsi di inserimento lavorativo per fasce deboli, una ristorazione a km0 che valorizza tante eccellenze atellane.

Non facciamo cerimonie

Ma tutto questo non basta al Comune di Succivo, che intende modificare la natura di Teverolaccio. Le cerimonie potrebbero essere il futuro del Casale: quelle colorite ambientati in sfarzosi ristoranti. Il Comune infatti vuole mettere a bando gli spazi per selezionare un operatore economico profit che ne modifichi quindi profondamente il senso.

Regioni

Ti potrebbe interessare

Il Semenzaio, la fabbrica del futuro

di

La Natura ha un tempo, ed il tempo inizia da qui. Dal seme. E il seme ha una sua culla, che è...

Musealizzare all’insegna della creatività e della cooperazione.

di

Il ritorno in aula ci consente di perseguire un altro importante obiettivo del progetto. HortiCultura infatti vuole intervenire non solo sui contenuti...

Ortobus, il mezzo elettrico che porterà Horticultura nelle piazze

di

Ortobus è il mezzo, che letteralmente, tra qualche mese, porterà Horticultura nelle piazze. Una faccia simpatica si aggira per le strade di...